1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Goldman Sachs: nuova emissione di Fast Trigger Cash Collect 1% con scadenza a 4 anni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Goldman Sachs lancia sul SeDex di Borsa Italiana i Fast Trigger Cash Collect 1% con scadenza a 4 anni che offrono per il primo anno 12 premi fissi mensili dell’1% non condizionati all’andamento del sottostante. Inoltre, a partire dal secondo anno dall’emissione, nel caso in cui il prezzo del sottostante sia pari o superiore al prezzo iniziale, è prevista mensilmente la possibilità di rimborsare anticipatamente i certificati ricevendo un premio dell’1% con memoria per ogni mese trascorso oltre al rimborso del 100% del valore nominale. In questo caso la scadenza dei certificati risulterebbe inferiore a quattro anni. I Fast Trigger Cash Collect 1% prevedono inoltre la protezione condizionata del capitale a scadenza: l’investitore riceve a scadenza il prezzo di emissione per ogni prodotto acquistato se il prezzo del sottostante alla data di valutazione finale non è diminuito di oltre il 25% rispetto al suo prezzo di riferimento iniziale.
I sottostanti di questi prodotti sono: Air France (GB00BLRXZ253), Banco BPM (GB00BKN4W240), Fiat Chrysler Automobiles (GB00BLRXQF53), Intesa Sanpaolo (GB00BLRXQC23), Peugeot (GB00BLRXQD30), Renault (GB00BLRXZ030), Repsol (GB00BLRXYY01), Société Générale (GB00BLRXYZ18) e Unicredit (GB00BLRXQ773). Il livello barriera è per tutti al 75% del prezzo di riferimento iniziale.

Alla scadenza, nel caso in cui lo strumento non sia scaduto anticipatamente, gli investitori riceveranno 100 euro per ciascun certificato più il pagamento di un premio del 36% nel caso in cui il prezzo ufficiale di chiusura del sottostante alla data di valutazione finale sia uguale o superiore al prezzo iniziale; nel caso in cui il prezzo ufficiale di chiusura del sottostante alla data di valutazione finale (10 giugno 2024) sia inferiore al prezzo iniziale ma pari o superiore al livello barriera (pari al 75% del prezzo di riferimento del sottostante alla data di valutazione iniziale, 9 giugno 2020), gli investitori riceveranno 100 euro per ciascun certificato. Al contrario, se alla data di valutazione finale il prezzo ufficiale di chiusura del sottostante è inferiore al livello barriera, l’ammontare del pagamento a scadenza sarà commisurato alla performance negativa del sottostante e inferiore rispetto al prezzo di emissione, con conseguente potenziale perdita totale o parziale del capitale investito.
Per esempio, ove il prezzo ufficiale di chiusura del sottostante alla data di valutazione finale sia inferiore del 30% rispetto al suo prezzo di riferimento iniziale, l’investitore, ipotizzando che abbia acquistato il certificato al prezzo di emissione, subirà una perdita del capitale pari al 30% e riceverà un ammontare pari a 70 euro per ciascun Certificato.


Per maggiori informazioni sui certificati di Goldman Sachs visitare il sito: https://www.goldman-sachs.it/certificati-fast-trigger-cash-collect-giugno-2020/