1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Uncategorized ›› 

George Soros perde (per ora) la scommessa GAM. Ma per qualcuno titolo troppo depresso promette bene

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

George Soros punta su GAM e perde la scommessa. E’ quanto riporta il sito Financial News, ricordando come il finanziere miliardario e filantropo abbia acquistato attraverso la sua controllata SFM UK Management una partecipazione del 3% del gruppo svizzero di asset management, per un valore di 18,3 milioni di franchi svizzeri circa.
L’ acquisto della quota aveva fatto salire alle stelle le quotazioni di GAM che però, al momento, viaggiano a un valore inferiore rispetto a quello in corrispondenza del quale il magnate ha effettuato la transazione.

Il sito Financial News riporta che la scommessa di George Soros ha fatto salire il titolo GAM di oltre il 15%. L’investimento non è riuscito a impedire, tuttavia, la flessione dell’azione che, dal mese di maggio, ha perso il 24% del suo valore, comportando così per il finanziere 89enne una perdita di 4,4 milioni circa di franchi svizzeri.
Nessun commento è stato rilasciato al momento da SFM UK Management.

Su Soros leggi anche Putin: ‘Soros ha un piano su euro, chiedete a dipartimento Stato Usa’. E intanto è boom di short contro l’Italia
Il sito ricorda che le quotazioni di GAM sono crollate di oltre l’80% dalla saga che ha interessato Tim Haywood, gestore e capo degli investimenti a ritorno assoluto di Gam Holding, prima sospeso nel luglio del 2018 poi licenziato dall’asset manager svizzero.
Lo scandalo, così come lo definisce il sito Financial News, si è tradotto nella liquidazione di fondi obbligazionari del valore di miliardi di dollari, in pesanti riscatti da parte degli investitori e nell’addio dell’allora amministratore delegato, Alexander Friedman.
Tuttavia, è vero anche che proprio le quotazioni depresse di GAM hanno portato alcuni investitori a puntare, di recente, sul titolo. E’ il caso della società di investimenti attivista della Repubblica ceca Krupa Global Investments che, nel mese di agosto, ha triplicato la sua quota in GAM al 3%.
Krupa ha preso la decisione dopo un incontro con Richard McNamara, direttore finanziario di GAM, che ha definito il caso Haywood uno sbaglio che non si ripeterà mai più. Pavol Krupa, presidente di Krupa Global Investments, ha detto inoltre ad agosto che la nomina di Peter Sanderson a numero uno del gruppo è stata una mossa positiva.
“L’insediamento del nuovo AD Peter Sanderson a GAM risolverà il danno reputazionale (sofferto dall’asset manager) e migliorerà l’immagine e la credibilità dei fondi GAM, che guardiamo con favore”. Il manager ha anche precisato che, a suo avviso, “i titoli GAM sono sottovalutati, visto il potenziale significativo di un takeover (della società) , se si considera che asisteremo a un consolidamento notevole del settore dell’asset management nei prossimi anni”.