1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Fed: cosa aspettarsi dalla riunione? Ecco a cosa fare attenzione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Oggi è il giorno della Federal Reserve. Questa sera (alle 20.00 ore italiane) la banca centrale americana annuncerà la sua decisione di politica monetaria a cui seguirà la conferenza stampa del governatore Jerome Powell. Nell’attesa ci si chiede se la Fed possa sorprendere ancora dopo il bazooka anti-coronavirus, lanciato a marzo con il QE Infinity e gli acquisti di bond societari per la prima volta nella sua storia ultracentenaria.
Cosa si aspettano gli esperti

“La Fed non si lascerà influenzare dal miglioramento dei dati sul mercato del lavoro”, sostiene Gero Jung, Chief Economist di Mirabaud AM, che non prevede alcuna nuova misura in arrivo dalla banca centrale americana. Allo stesso tempo però è probabile che il presidente Jerome Powell farà in modo che il mercato comprenda che la politica monetaria rimarrà estremamente accomodante per un periodo di tempo molto lungo. “Ci aspettiamo alcuni commenti sulla forward guidance, ovvero che i tassi di interesse restino a livelli molto bassi per molto tempo”, precisa l’esperto di Mirabaud AM.
Anche a La Française AM non si aspettano grosse novità dalla Fed. “Il target range per il tasso dei Fed funds dovrebbe, con ogni probabilità, essere mantenuto fra 0 e 0,25% – afferma François Rimeu, senior strategist di La Française AM – I membri della Fed hanno espresso già diverse volte la propria contrarietà ai tassi negativi”. Per quanto riguarda la forward guidance, l’esperto si aspetta un approccio “wait and see” sulle politiche monetarie non convenzionali. “Riteniamo che i membri vorranno aspettare settembre, in attesa di maggiore chiarezza sul fronte macroeconomico prima di impegnarsi a qualsiasi altro nuovo piano di stimoli”, conclude, aggiungendo che le attese del mercato su questo meeting potrebbero forse essere un po’ troppo alte e potrebbe quindi innescarsi una reazione negativa del mercato durante o dopo la riunione.

A cosa prestare attenzione
Sebbene non siano previsti grandi cambiamenti nella politica monetaria della Fed, c’è da fare comunque attenzione ad alcuni aspetti. Innanzitutto, le nuove prospettive economiche. La Fed oggi rilascerà le sue previsioni economiche per la prima volta da dicembre, quindi alla luce dell’effetto Covid. Secondo JP Morgan l’economia americana andrà incontro a una flessione del Pil del 6% nel 2020 con una disoccupazione intorno al 10-11%.
Da guardare da vicino anche la forward guidance. Finora la Fed ha cercato di evitare di dare troppi dettagli sull’orientamento di politica monetaria futura, ma il mercato ha fame di ulteriori chiarimenti sulla possibile evoluzione. Quindi massima attenzione alle indicazioni che verranno fornite sui prossimi passi, sia per quanto riguarda i tassi sia sulle misure non convenzionali. In particolare, da monitorare se il governatore Powell utilizzerà l’espressione “fortemente impegnata” nell’indicare la volontà della Fed a utilizzare tutti i suoi strumenti per sostenere l’economia, o semplicemente “impegnata”. L’attesa è comunque di un “dot plot” dovish ma senza picchi eccessivi.
Infine, attenzione a possibili dichiarazioni sulle proteste negli Stati Uniti. Dall’ultima volta in cui Powell ha parlato, gli Stati Uniti sono stati scossi dalle proteste di massa contro l’ingiustizia razziale e la brutalità della polizia e in questo nuovo contesto il presidente della Fed potrebbe dover affrontare la questione, come potenziale nuovo rischio per l’economia americana in aggiunta al coronavirus.