1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Fca: la controllata Magneti Marelli passa ai giapponesi di CK Holdings per 6,2 miliardi

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il nodo sul prezzo è stato sciolto e Fiat Chrysler Automobiles (Fca) ha raggiunto l’accordo definitivo per cedere la controllata Magneti Marelli a CK Holdings, holding di Calsonic Kansei, uno dei principali fornitori giapponesi di componentistica per autoveicoli di proprietà del fondo KKR. L’operazione, che dovrebbe concludersi nella prima metà del 2019, ha un controvalore di 6,2 miliardi di euro, superiore al prezzo di 5,5 miliardi di euro (debito incluso) che circolava tra i corridoi nelle scorse settimane e più vicino dunque a quello che chiedeva il gruppo.

Si tratta della prima grande operazione per il nuovo ceo Mike Manley, nominato lo scorso luglio dopo la scomparsa di Sergio Marchionne, che aveva avviato il progetto di scorporo di Magneti Marelli. “Dopo aver esaminato attentamente una serie di opzioni per consentire a Magneti Marelli di esprimere tutto il suo potenziale nella prossima fase del suo sviluppo – ha commentato Manley – la combinazione con Calsonic Kansei, si è rivelata un’opportunità ideale per accelerare la crescita futura di Magneti Marelli a beneficio dei suoi clienti e delle sue persone eccezionali”.

Oltre all’accordo di cessione, Fca ha sottoscritto anche un contratto di fornitura pluriennale con la nuova entità, così da mantenere un forte rapporto commerciale. “Le attività così combinate continueranno ad essere uno dei partner commerciali più importanti di Fca e vorremmo vedere questo rapporto crescere ulteriormente in futuro”, ha dichiarato Manley. Il gruppo ha precisato inoltre che l’accordo commerciale aiuterà a mantenere le operation di Magneti Marelli in Italia e a sostenere la sua presenza industriale e i livelli occupazionali.

La nuova Magneti Marelli
Il nuovo gruppo sarà ribattezzato Magneti Marelli CK Holdings e sarà uno dei dieci maggiori fornitori indipendenti nella componentistica per automotive al mondo. La nuova azienda combinata avrà un fatturato totale di 15,2 miliardi di euro e rappresenterà il settimo gruppo al mondo per fatturato nella componentistica per autoveicoli. Il nuovo big sarà meglio posizionato “per servire i suoi clienti in tutto il mondo grazie alle sue più grandi dimensioni, alla sua forza finanziaria e alla natura altamente complementare delle loro linee di prodotti e della loro presenza geografica”. La nuova entità opererà su quasi 200 impianti e centri di ricerca e sviluppo in Europa, Giappone, America e Asia-Pacifico.

Alla guida della nuova Magneti Marelli è stato scelto Beda Bolzenius, attuale Ceo di Calsonic Kansei, basato in Giappone, mentre Ermanno Ferrari, Ceo di Magneti Marelli, entrerà a far parte del board. La nuova combinazione manterrà l’attuale sede operativa di Magneti Marelli a Corbetta, in provincia di Milano.