1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Eurobond, anche Trichet (ex Bce) dice sì a mutualizzazione debito in misura eccezionale

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La crisi attuale e peggiore di quella del 2008-2009. Parte da questa premessa l’ex numero uno della Bce, Jean Claude Trichet, nel commentare quello che l’Europa sta mettendo in atto per tamponare l’emergenza Covid-19. IL precedessore di Draghi, in carica dal 2003 al 2011, ritiene che alcuni punti usciti dall’Eurogruppo di giovedì sono positivi con più di 500 miliardi di euro messi in campo. “I punti positivi – asserisce Trichet nell’intervista concessa a La Stampa – sono il volume della risposta comune dell’Europa: più di 500 miliardi di euro e saranno disponibili immediatamente. Poi il fatto che i finanziamenti in arrivo dal Mes, fino a 240 miliardi, per alimentare spese legate al coronavirus, non siano soggetti a una condizionalità macroeconomica, come voleva l’Italia”.

Sulla possibilità di dare vita agli Eurobond, Trichet si mostra favorevole: “La mutualizzazione del debito pubblico deve intervenire nella zona euro solo in misura eccezionale, per un obiettivo molto specifico, ad esempio il rilancio dell’economia europea dopo una grande recessione, come quella provocata dal virus. E, appunto, stavolta deve essere prevista”.