1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Enel, domani alla prova dei conti: mercato focalizzato su outlook

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La stagione degli utili prosegue a Piazza Affari, con Enel che presenterà domani i conti del secondo trimestre del 2018. Gli analisti si aspettano ricavi nel secondo trimestre 2018 a 17,75 miliardi, in crescita del 4,7% a/a. L’Ebitda ordinario dovrebbe attestarsi a 3,9 miliardi, segnando un pregresso del 3,5% a/a e portando la redditività al 21,9% (vs 22,2% del secondo trimestre 2017). L’Ebit dovrebbe raggiungere invece i 2,37 miliardi (+1,7% a/a), con il Ros al 13,3% (vs 13,7% del pari periodo 2017). L’utile netto ordinario è atteso a 901,8 milioni (+4,1%). L’indebitamento finanziario dovrebbe aumentare a 42,2 miliardi, in parte per motivi stagionali e in parte per l’operazione di M&A su Electropaulo. Molta attenzione il mercato porgerà anche all’outlook societario.

 

Analisi fondamentale: dominano i buy tra gli analisti

Ricordiamo che di 31 analisti che seguono il titolo, 23 hanno raccomandazione buy e 8 sono hold (fonte: Bloomberg). Nessuno consiglia di vendere. Il target price medio è 5,6 euro con un rendimento potenziale del 18,6%.

Il grafico mostra anche che le posizioni buy nel corso dell’anno sono leggermente aumentate, mentre lo spread price, ovvero la differenza tra target price e prezzo delle quotazioni si è allargato parecchio.

Sui multipli Enel risulta a sconto sul P/E 2018 e 2019, mentre è allineato ai peer quanto a Ev/Ebitda dei due anni.

 

Analisi Tecnica: titolo vicino ai minimi Ytd e in attesa di spunti

Graficamente il titolo con lo stacco di dividendo è tornato sul supporto di breve a 4,6 euro. In attesa dei conti, i livelli da monitorare sono due. Al ribasso la rottura dei 4,57 euro sarebbe un segnale molto negativo, visto il forte sostegno che da inizio anno questo livello ha garantito al titolo, mentre al rialzo il segnale più pulito sarebbe alla rottura dei 5 euro, con target i massimi di maggio di quest’anno e dicembre 2017.