Notizie Dati Bilancio Mondo Continua la raffica di trimestrali a Wall Street

Continua la raffica di trimestrali a Wall Street

Ancora una partenza positiva per Wall Street. Il mercato azionario americano continua la sua corsa al rialzo grazie alla raffiche di trimestrali positive che sono state diffuse in giornata.
Dopo i conti di Apple e Ford, anche Exxon Mobil ha presentato i risultati finanziari del primo trimestre del 2007. Il primo produttore petrolifero mondiale ha archiviato i primi tre mesi dell’anno in corso con un utile netto in crescita del 10% pari a 9,28 miliardi di dollari, (1,62 dollari per azione), contro gli 8,4 miliardi (1,37 dollari per azione) messi a segno nello stesso periodo dell’anno scorso.


Notizie meno positive sono giunte dal fronte ricavi che sono calati a 87,22 miliardi di dollari rispetto agli 88,98 miliardi registrati nel primo trimestre del 2006, soprattutto a causa della battuta d’arresto del prezzo del greggio che ha caratterizzato i primi mesi del 2007. Dati incoraggianti che, però, non riescono a spingere al rialzo il titolo della compagnia petrolifera influenzato soprattutto dalla debolezza dell’intero settore dell’oro nero nel Vecchio continente.


Giornata all’insegna dei conti anche per 3M. La società statunitense nel corso del primo trimestre del 2007 ha riportato un utile per azione di 1,28 dollari al netto delle componenti straordinarie, in crescita del 58% rispetto all’analogo periodo del precedente esercizio.

In aumento anche i ricavi che sono saliti del 6,1% a 5,94 miliardi di dollari, un dato superiore alle aspettative del mercato e della comunità finanziaria. Positive anche le indicazioni per l’intero 2007: 3M stima, infatti, per fine anno un utile per azione compreso tra 5,2/5,45 dollari superiori ai 4,65 previsti dal consensus. “La nostra strategia per ottenere una crescita maggiore mantenendo al tempo stesso alti i ritorni finanziari è quella di lavorare bene, come evidenziato dai risultati del trimestre”. Ha espresso così la sua soddisfazione il presidente e amministratore delegato di 3M, George W. Buckley.