1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Il mito di Buffett tentenna con un mercato ‘troppo veloce’ per i suoi gusti, ecco cosa ha sbagliato prima e post Covid

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il rally del 40% di Wall Street dai minimi di marzo ha colto impreparato Warren Buffett che sembra aver perso il suo tocco magico e ha fatto fatica a destreggiarsi nel caos pandemico. L’oracolo di Omaha ha così perso  posizioni tra i paperoni mondiali. L’indice Bloomberg Billionaires vede la ricchezza del presidente di Berkshire Hathaway ridottasi di circa 19 miliardi di dollari quest’anno anche se rimane comunque la sesta persona più ricca del mondo con un patrimonio netto di 70,4 miliardi di dollari.
Quando il Financial Times ha intervistato Warren Buffett l’anno scorso, il guru ha previsto che i futuri rendimenti della sua società la Berkshire Hathaway e del mercato azionario statunitense nel suo complesso sarebbero stati “molto simili”. Ma già nel 2019 Buffett ha sofferto la peggior performance degli ultimi 10 anni e anche il 2020 si sta profilando come un anno da dimenticare per lui. Invece di approfittare della crisi del coronavirus che ha colpito i mercati a marzo, Buffett ne è stato una vittima. La crisi ha esacerbato le preoccupazioni di lunga data sulla direzione dell’azienda

Shopping nel gas

Intanto è arrivato nei giorni scorsi il primo importante acquisto dalla sua holding Berkshire dopo la pandemia del coronavirus e il successivo crollo del mercato a marzo riguarda Dominion Energy. La Berkshire di Warren Buffett – che nei primi tre mesi dell’anno ha riportato una perdita record di 50 mld $ – ha acquistato le risorse di gas naturale di Dominion Energy in un affare da 10 miliardi di dollari, compresa l’assunzione del debito. Con l’acquisto, la Berkshire Hathaway Energy trasporterà il 18% di tutto il trasporto interstatale di gas naturale negli Stati Uniti, in crescita rispetto all’8% attuale.

Scelte sbagliate e ritrosia verso la svolta tech

Nel corso dell’assemblea annuale degli azionisti di maggio, Buffett ha rivelato che Berkshire ha accumulato un monte di liquidità record di 137 miliardi di dollari quando il mercato finanziario è crollato, e che non ha visto molte operazioni favorevoli, nonostante il profondo svenimento del mercato azionario. “Non abbiamo fatto nulla perché non vediamo nulla di così attraente“, ha detto Buffett all’epoca, suggerendo che le rapide azioni intraprese dalla Federal Reserve quest’anno hanno fatto sì che le aziende potessero avere più accesso ai finanziamenti nei mercati pubblici di quanto non abbiano potuto fare durante la crisi finanziaria del 2008 e del 2009. “Se ci piacesse davvero quello che stiamo vedendo, lo faremmo, e questo accadrà un giorno”, ha detto Buffett a maggio.
Il conglomerato da $ 760 miliardi di attività paga anche scelte strategiche verso settori che sono in difficoltà. Buffett è posizionato su molte società finanziarie – possiede grandi compagnie assicurative, come Geico, e partecipa direttamente a molte delle più grandi banche americane – e sul settore industriale. In passato ha anche puntato forte sulle grandi compagnie aeree Usa, vittime del Covid e da cui è uscito lo scorso aprile. Di contro il guru è sottopesato sulla tecnologia, che ha fatto meglio del mercato nel 2019 e ancora di più quest’anno sta strabiliando in Borsa con record su record. Unico grande investimento tech di Buffett è quello in Apple, titolo su cui è entrato nel 2016.
I titoli finanziari pesano sempre meno sull’S&P 500: dal 15% di quasi quattro anni fa al 10,5% attuale, mentre gli investimenti assicurativi rappresentavano poco meno di un quarto degli utili operativi di Berkshire lo scorso anno e le sue quote in titoli finanziari rappresentano oltre un terzo del suo portafoglio azionario a marzo.

Da quando Buffett ha perso il suo tocco magico?

Alcuni osservatori sostengono da tempo che è giunto il momento di ripensare radicalmente il mix di attività e investimenti della Berkshire. Ma da quando l’oracolo di Omaha ha perso il suo tocco magico? Secondo Cathy Seifert, analista della CFRA Research sono abbastanza discutibili alcune decisioni di investimento degli ultimi anni. La società ha svalutato la sua partecipazione nel produttore alimentare Kraft Heinz per 3 miliardi di dollari l’anno scorso, mentre l’investimento di Buffett di 10 miliardi di dollari nel produttore di petrolio Occidental Petroleum non paga più un dividendo in contanti e i suoi warrant azionari sembrano ormai privi di valore, “un vero e proprio disastro” ha affermato Seifert. Ma non si tratta solo dei singoli investimenti sbagliati.
Alcuni investitori dicono che Buffett deve trovare il modo di conciliare la sua filosofia di investimento Value con i ritmi della new economy. Il metodo Buffett che è incentrato su investimenti in ottica di lunghissimo periodo. “Non faccio alcun tentativo di prevedere il mercato. I miei sforzi sono dedicati alla ricerca di titoli sottovalutati”, ha sempre detto Buffett. Ora la velocità del cambiamento è decisamente aumentata con la conseguenza che settori o aziende che sembrano buoni oggi potrebbero essere obsoleti in meno di un decennio. C’è anche chi azzarda che lo stile di investimento di Buffett potrebbe essere diventato eccessivamente conservatore negli ultimi tempi a causa della sua età. Adesso Buffett ha 89 anni.

Il precedente del 2000 con la bolla dotcom

Ma ci sono anche molti azionisti che continuano ad avere fiducia in Buffett per ribaltare la situazione. La performance del 2000 è una delle ragioni: quando le azioni dotcom sono crollate, le azioni Berkshire sono cresciute di oltre un quarto. “Berkshire Hathaway rimane progettato per premiare gli investitori nel tempo, ma non in tempo”, ha detto Thomas Russo, membro dirigente di Gardner Russo & Gardner, che possiede le azioni del Berkshire.