1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Borsa Milano: cinque titoli del Ftse Mib da seguire oggi, tensioni Treasury e Nasdaq gravano soprattutto su una big

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La prima settimana del mese è andata in archivio con in primo piano il boom dei prezzi del petrolio dopo l’annuncio a sorpresa dell’OPEC+ di non variare i livelli produttivi, con il Brent che continua a correre anche oggi andando oltre la soglia dei 70 dollari. Gli ottimi dati del mercato del lavoro USA hanno visto una reazione inizialmente nervosa dei mercati complici i timori inflattivi, con Wall Street che alla fine ha visto prevalere gli acquisti (+1,95% il close di S&P 500 e +1,85% il Dow Jones).
Questa settimana l’agenda macro risulta abbastanza scarna con focus principalmente sulla riunione della BCE da cui il mercato si attende risposte chiare sul livello di preoccupazione dell’Istituto nei confronti del recente rialzo dei tassi governativi. Focus anche sul dato sull’inflazione statunitense di febbraio “che è atteso accelerare nella componente headline, anche se i prezzi dovrebbero salire in misura più consistente a partire da marzo per effetto dell’effetto confronto sulla componente energetica”, argomentano gli esperti di MPS Capital Services. Attesa poi la pubblicazione dei report mensili OPEC e EIA, con quest’ultima che potrebbe aggiornare in modo marcato le stime sul mercato nel secondo trimestre.

Piazza Affari con sguardo a Treasury e tech

Guardando a Piazza Affari, la settimana che parte oggi vede in primo piano la reazione di Banco BPM e Cattolica all’accordo di bancassurance.  
La settimana sarà condizionata dalla situazione dei mercati globali, in particolare le evidenti le tensioni sull’obbligazionario e sul settore tech.

Il future del Treasury Note a dieci anni  ha inanellato la quinta settimana consecutiva di ribasso con il rendimento che va oltre 1,56%, in prossimità dei massimi da dodici mesi. “Questo crea grande nervosismo e la volatilità che si vede dal grafico del Nasdaq è proprio figlia di questo contesto. Monitoriamo area 12.500 dell’indice tecnologico: una chiusura settimanale inferiore a questo livello, dovrà indurre a rivedere le strategie di breve termine”, rimarca Pietro Di Lorenzo, trader e fondatore di SOSTrader.

I titoli da seguire oggi

Tra i titoli interessanti per la prossima seduta, SOSTrader segnala: 
MEDIOBANCA testa la resistenza chiave in area 9.15€: una chiusura superiore a questo livello, fornirà un solido segnale di continuazione rialzista

Prosegue la discesa di STM (-11% nelle ultime 5 sedute) che ha perso 7,5€ dai massimi del 15 Febbraio. Il supporto in area 26€ potrebbe essere un livello su cui sarà possibile assistere a un tentativo di rimbalzo.

Prosegue il rally di TENARIS (+10,76% nelle ultime 5 sedute) che tocca i massimi delle ultime 263 sedute. Attendiamo un rapido pull back che ci consentirà di individuare un punto di ingresso a più basso rischio

FERRARI prosegue la discesa archiviando l’ottava settimana negativa nelle ultime 9. I prezzi si riportano verso il supporto in area 150€ su cui ci attendiamo una reazione degli acquirenti

POSTE testa per la terza seduta consecutiva la resistenza psicologica dei 10€. Il superamento di questo livello, potrebbe calamitare nuovi acquirenti