1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Risk-on sui mercati riaccende appetito verso il bitcoin, cripto ha già recuperato il 25% dai minimi toccati nel flash crash di sabato

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il ritorno dell’ottimismo sui mercati, in scia ai primi riscontri sulla variante Omicron che mostrano sintomi abbastanza lievi, ha ridato sprint anche al bitcoin protagonista in negativo sabato scorso con un tonfo di quasi il 21% nel giro di un’ora e quotazioni scese fino a 42.000$.

Oggi il bitcoin, insieme alle altre criptovalute, segna consistenti rialzi (+6% nelle ultime 24 ore, dati CoinDesk) e ritorna a ridosso di area 52.000$ (massimo a 51.960), con quindi un balzo nell’ordine del 25% dai minimi di sabato.

Il Flash Crash di sabato è arrivato a seguito dell’aumento della volatilità sui mercati che ha portato a un marcato risk-off. Inoltre, l’aumento dell’inflazione sta costringendo le banche centrali a inasprire la politica monetaria, in particolare la Fed appare pronta ad annunciare un’accelerazione del tapering già nel meeting di settimana prossima, minacciando così di ridurre il vento a favore della liquidità che aveva spinto verso asset come le criptovalute.

“È importante ricordare che questo tipo di pullback è parte integrante di un mercato che è sempre più affamato di rischi eccessivi”, rimarca Mati Greenspan, fondatore e CEO di Quantum Economics.

Cosa aspettarsi nelle prossime giornate? “Il Bitcoin ha fornito un breve promemoria che le enormi oscillazioni di prezzo vanno in entrambe le direzioni quando è crollato nel fine settimana, ma ha recuperato gran parte di quelle perdite nei giorni successivi. È risalito sopra i 50.000 dollari, ma rimangono alcuni grandi test se si vuole riconquistare un po’ di slancio rialzista in questi tempi incerti. Il prossimo è 53.500 dollari, che era una grande area di supporto il mese scorso”, argomenta Craig Erlam, analista di mercato senior di OANDA.