1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Avvio sprint per Piazza Affari: Atlantia in testa, corrono anche Enel e Unicredit

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Primi scorci della seduta inaugurale della nuova settimana con Piazza Affari in rialzo. L’indice Ftse Mib sale dello 0,94% a quota 19.570 punti. Si continua a guardare all’avanzata della diffusione del Covid e alle nuove misure restrittive propote dai vari paesi, Italia compresa. Ieri i dati dei contagi in Italia sono arrivati a oltre 11.700 nelle ultime 24 ore, sui nuovi massimi dall’inizio della pandemia. I nuovi casi di coronavirus in tutto il mondo hanno superato quota 400.000 in 24 ore, un record giornaliero che arriva mentre l’Europa rafforza le misure restrittive di fronte a una nuova ondata epidemica, che fanno temere per la ripresa economica. Intanto, sul fronte vaccino, venerdì il gruppo farmaceutico americano Pfizer ha espresso la speranza di poter presentare una richiesta di approvazione del candidato vaccino che sta sviluppando con la tedesca BioNTech a novembre.

Dal fronte macro, indicazioni contrastanti dalla Cina con una crescita nel terzo trimestre fermatasi a +4,9% rispetto all’anno precedente, inferiore alle attese degli analisti. Tuttavia, la produzione industriale e le vendite al dettaglio hanno subito un’accelerazione a settembre, il che suggerisce un rimbalzo più forte per il quarto trimestre.

Sul parterre milanese spicca anche oggi Atlantia (+3,11% a 15,08 euro), già reduce dal rally di oltre +8% delle ultime 5 sedute. In attesa di nuovi sviluppi per Aspi con l’arrivo dell’offerta da parte di CDP, Atlantia ha sottoscritto nel fine settimana il contratto per la cessione del 49% del capitale di Telepass al gestore globale di private equity Partners Group. Il corrispettivo della transazione è pari a 1,056 miliardi di euro. Il perfezionamento dell’operazione, subordinato alle autorizzazioni e condizioni previste per questo tipo di operazioni, è atteso nella prima metà del 2021. Atlantia manterrà il controllo della società che, pertanto, continuerà ad essere inclusa nel perimetro di consolidamento del gruppo.

Tra le big del Ftse Mib si muovono bene Enel (+1,47% a 7,64 euro), Ferrari (+0,95%) e le due banche UNicredit e Intesa Sanpaolo, entrambe in rialzo dell’1% circa.