1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Allarme Intel su ricavi e margini scuote Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Intel ha rivisto al ribasso le stime su giro d’affari e margini per il quarto trimestre 2008. Il gruppo californiano attivo nella produzione di semiconduttori si attende di chiudere il periodo comprendente gli ultimi tre mesi dell’anno con ricavi per 8,2 miliardi di dollari, in flessione del 23% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Lo ha reso noto lo stesso gruppo in un aggiornamento infra-trimestrale contenente i risultati preliminari per il periodo. La stima sui ricavi è inferiore a quella prevista e fornita al mercato lo scorso 12 novembre. Il gruppo ha motivato la revisione con la debole domanda da parte del consumatore finale. Il margine lordo è atteso al 55% (con uno scostamento in più o in meno di due punti percentuali), nella parte bassa dell’intervallo previsionale fissato in precedenza. I risultati definitivi di Intel verranno diffusi il prossimo 15 gennaio dopo la chiusura del mercato statunitense.


In avvio di sessione a New York il titolo Intel arretra di circa il 4%, trascinando al ribasso gli indici della Borsa statunitense, che dopo le prime battute segnano una flessione superiore al punto percentuale e mezzo. Il settore dei semiconduttori è il peggiore all’interno dell’S&P500 con una flessione del 3,4 per cento.

In precedenza l’intonazione dei future Usa era stata però già sottoposta alle pressioni derivanti dalle ultime notizie riguardanti il mercato del lavoro. Il gruppo privato Adp ha infatti reso noto che in dicembre il settore privato statunitense ha perso 693mila posti di lavoro. Ancora prima un’altra società privata, Challenger, ha reso noto di aver registrato in dicembre un aumento del 275% dei licenziamenti nelle società Usa di grandi dimensioni rispetto a un anno fa.