L'ultima crisi del dollaro (Fondionline.it) -3-

Inviato da Redazione il Gio, 11/10/2007 - 09:56
Che l'euro reale, quello che attualmente circola sui mercati internazionali e che la scorsa settimana, nel momento di maggior forza, ha raggiunto quota 1,43 contro il dollaro, possa arrivare ad essere scambiato a due dollari, rappresenta ancora oggi un'ipotesi poco credibile. Tuttavia, se è vero che a quota due mancherebbero ancora 57 centesimi dai massimi, è altrettanto vero che da quota 0,82 -registrata nel 2002- ha percorso una strada ancor più lunga. Attualmente la divisa nordamericana è sottoposta ad una forte pressione ribassista da quando la Federal Reserve ha deciso di tagliare di mezzo punto il tasso sui Fed Funds per sostenere il mercato del credito e l'economia. A favore della ripresa o del mantenimento delle attuali posizioni dell'Usd giocano una serie di ragioni di primaria importanza: in passato, dopo aver raggiunto posizioni simili a quelle odierne, il dollaro è riuscito a risalire la china anche in momenti di grande debolezza (l'ultima volta nel 1995, ma lo stesso fece anche nel 1978). In cambio, se si prende come variabile di riferimento il prezzo dell'oro, o la nuova composizione del paniere di divise internazionali presa in considerazione dalle Banche Centrali, la quotazione potrebbe scivolare fino a quota 1,65. A cura di www.fondionline.it.
COMMENTA LA NOTIZIA