L’ultima crisi del dollaro (Fondionline.it) -3-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Che l’euro reale, quello che attualmente circola sui mercati internazionali e che la scorsa settimana, nel momento di maggior forza, ha raggiunto quota 1,43 contro il dollaro, possa arrivare ad essere scambiato a due dollari, rappresenta ancora oggi un’ipotesi poco credibile. Tuttavia, se è vero che a quota due mancherebbero ancora 57 centesimi dai massimi, è altrettanto vero che da quota 0,82 -registrata nel 2002- ha percorso una strada ancor più lunga. Attualmente la divisa nordamericana è sottoposta ad una forte pressione ribassista da quando la Federal Reserve ha deciso di tagliare di mezzo punto il tasso sui Fed Funds per sostenere il mercato del credito e l’economia. A favore della ripresa o del mantenimento delle attuali posizioni dell’Usd giocano una serie di ragioni di primaria importanza: in passato, dopo aver raggiunto posizioni simili a quelle odierne, il dollaro è riuscito a risalire la china anche in momenti di grande debolezza (l’ultima volta nel 1995, ma lo stesso fece anche nel 1978). In cambio, se si prende come variabile di riferimento il prezzo dell’oro, o la nuova composizione del paniere di divise internazionali presa in considerazione dalle Banche Centrali, la quotazione potrebbe scivolare fino a quota 1,65. A cura di www.fondionline.it.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…