1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Ue: oggi riunione straordinaria sulla crisi, torna alla ribalta idea eurobond

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Eurobond sì, eurobond no? La proposta lanciata dal ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, per sostenere la ripresa dell’Eurozona torna alla ribalta e probabilmente se ne parlerà ancora oggi alla riunione straordinaria sulla crisi economica con i vertici della Banca centrale europea e dell’Eurogruppo. Al centro del dibattito dell’incontro odierno potrebbe finire anche la tassa sulle transazioni finanziarie. Nelle ultime ore Parigi avrebbe formulato un suo modello di Tobin Tax. Con questi temi, ma non solo, riaprono ufficilamente i lavori al Parlamento europeo dopo sei settimane di vacanze.


Oggi pomeriggio, alle 15.00, si vedrà sfilare alla commissione Economia dell’assemblea il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, il commissario all’Economia, Olli Rehn, e il presidente dell’Eurogruppo, Jean Claude Junker. Ci si attende il punto sulla situazione, dopo la bufera di agosto, e l’invito ai Paesi membri ad attuare le riforme strutturali necessarie a dare slancio all’economia. Ma tra i corridoi corre la voce che sembra prender sempre più piede la proposta degli eurobond, strumenti con cui l’Europa potrebbe finanziarsi direttamente sui mercati per sostenere i progetti di crescita e ripagare i debiti sovrani.

Nel fine settimana l’idea è stata nuovamente sostenuta dal ministro dell’Economia, Giulio Tremonti. Durante il suo intervento al meeeting Cl a Rimini, ha ribadito che l’eurond “è l’unico strumento forte per la Ue” in grado di consolidare la moneta e offrire risorse per gli investimenti futuri. Accanto a quella degli eurobond si fa strada anche l’idea di una Tobin Tax alla francese, una tassa sulle transazioni finanziarie così da scoraggiare la speculazione e stabilizzare i mercati. La proposta arriva del ministro delle finanze francese, François Baroin.


Sempre oggi, alle 15,30, verranno diffusi i dati sugli acquisti di bond acquistati finora dalla Bce. L’ultimo aggiornamento risale al 22 agosto, quando l’istituto di Francoforte aveva fatto sapere di aver acquistato nella settimana prima 14,3 miliardi di euro nel suo programma di acquisto annunciato ad inizio agosto. Una cifra inferiore rispetto ai 22 miliardi di euro spesi dall’Eurotower tra l’8 e il 12 agosto. La Bce deciso di intervenire sul mercato secondario per allentare le tensioni soprattutto sui Btp italiani e i Bonos spagnoli, i cui rendimenti avevano superato il 6%.


In attesa di questi appuntamenti, le Borse europee hanno aperto con segno più. In avvio di contrattazioni il Dax a Francoforte ha segnato un progresso dell’1,7% a 5.631,2 punti, mentre il Cac40 di Parigi guadagnava l’1,64% a 3.139 punti. Positivo anche l’indice olandese Aex che ha preso l’1,53% a 280,9 punti. Si ricorda invece che la Borsa londinese oggi rimane chiusa per festività.