1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Telecom Italia: Xavier Niel ha posizione lunga del 15,4% con opzioni europee, nessun concerto

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Xavier Niel conferma di detenere, attraverso la società Njj Holding, una posizione lunga pari al 15,4% dei capitale di Telecom Italia e non agisce in concerto con soggetti terzi. È quanto comunicato dalla società del finanziere francese su richiesta della Consob. Niel, ricevuto ieri dall’Authority dei mercati, ha quindi fatto sapere di non agire in concerto con Vivendi, ipotesi che era subito circolata tra gli investitori dopo che a sorpresa la scorsa settimana si era saputo della salita in Telecom Italia dell’imprenditore transalpino.
Fino alla consegna delle azioni in forza delle opzioni, il pacchetto detenuto da Xavier Niel non conferisce i diritti di voto relativi ai titoli sottostanti. Le opzioni detenute da Niel sono di tipo “europeo” e hanno scadenza tra il giugno del 2016 e il novembre del 2017. Secondo la legge italiana per poter richiedere la convocazione di un’assemblea è necessario detenere almeno il 5% del capitale.
 
Nei giorni scorsi il presidente di Telecom Italia, Giuseppe Recchi, aveva incontrato a Parigi Xavier Niel definendolo “un azionista amichevole”. La Cassa Depositi e Prestiti sempre nei giorni scorsi, attraverso un comunicato, aveva smentito di avere in programmi incontri con Niel o i suoi rappresentanti e con Vivendi.  
Dal Brasile sono invece arrivati i conti del terzo trimestre della controllata Tim Participacoes, archiviato con ricavi in calo del 15,2% a 4,11 miliardi di reais (995 milioni di euro). Nei primi nove mesi del 2015 il fatturato ha mostrato una contrazione del 9,2% a 13,01 miliardi di reais. In forte calo l’utile netto: nel terzo si attestato a 172 milioni (41,6 milioni di euro), in flessione del 50,5% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, nei nove mesi a 776 milioni di reais (-28,6%).