Sindacati tedeschi: con Fiat-Opel a rischio fino a 18mila posti di lavoro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il capo dei sindacati aziendali tedeschi, Klaus Franz, ha ribadito che i lavoratori di Opel non sono ostili a Fiat. Tuttavia, ha spiegato Franz al termine dell’incontro a Francoforte con tra sindacati tedeschi, italiani e spagnoli, c’è il timore che la fusione metta a rischio fino a un massimo di 18mila posti di lavoro.