Oro: prezzi azzerano recenti guadagni, investitori cauti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo tre sedute con il segno più, le indicazioni migliori delle attese in arrivo dal mercato del lavoro, la stima sul saldo delle buste paga del settore privato ha fatto segnare un incremento di 263 mila unità a marzo, spingono al ribasso il metallo giallo.

Saliti di oltre dieci dollari nelle ultime tre sedute, le quotazioni del metallo giallo scendono di 9,4 dollari a 1.249 $/oncia.

Ieri i prezzi si sono spinti verso la media mobile a 200 giorni in quota 1.261 dollari e il mancato superamento di questa soglia ha spinto diversi commentatori a stimare un ritorno di pressione ribassista sul metallo giallo.

“È la terza volta che l’oro fallisce il superamento di questo livello di resistenza”, ha detto Peter Hug di Kitco Metals. “Il mancato consolidamento sopra la media mobile a 200 giorni – rileva Sam Laughlin di MKS PAMP – mette, senza ombra di dubbio, a dura prova la fiducia degli investitori anche se, agli attuali livelli, continuiamo a rilevare un forte interesse per il metallo”.