1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: domanda asiatica stimata tonica (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tornano a scendere i prezzi dell’oro. Segno meno per il future con consegna dicembre sul metallo giallo che dopo il +2% messo a segno ieri in questo momento lascia sul campo lo 0,65% portandosi a 1.334 dollari l’oncia. Ieri i prezzi hanno capitalizzato le indicazioni peggiori del previsto arrivate dalle non farm payrolls statunitensi che, di concerto con l’effetto ribassista innescato dal blocco parziale delle attività federali, dovrebbero spingere la Banca centrale statunitense a rinviare al 2014 il “tapering”.

Secondo il colosso britannico Hsbc un supporto ai prezzi potrebbe essere fornito dalla domanda asiatica (India e Cina rappresentano i primi due mercati per il metallo giallo). “Con l’inflazione ancora elevata in diversi mercati e con i tassi di interesse che non offrono una compensazione adeguata, ci attendiamo che la voracità della domanda asiatica continui”, si legge in report preparato da un team capitanato da Frederic Neumann.

Anche perché, rileva l’economista di Hsbc, si tratta di mercati in cui “i consumatori dispongono di pochi strumenti per proteggersi dall’incremento dei prezzi”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Petrolio: scorte scendono più del previsto, WTI stabile a 51,4$

Nella settimana al 19 maggio le scorte di petrolio statunitensi hanno segnato un calo di 4,4 milioni di barili attestandosi a 516,3 milioni. Gli analisti avevano stimato una riduzione di 2,4 milioni di barili.

Segno meno anche per gli stock di be…

COMMODITY

Petrolio stabile in attesa del meeting Opec

Stabili le quotazioni del petrolio in attesa del meeting Opec di domani. Questa mattina il prezzo del Wti (riferimento americano) mostra un leggero rialzo dello 0,25% a 51,61 dollari al barile, mentre il Brent (riferimento europeo) si mantiene sopra …

COMMODITY

Oro: prezzi a 1.261 dollari, focus sulle minute di domani

Sostanziale parità al Comex per il future con consegna giugno sull’oro che passa di mano a 1.261,5 dollari l’oncia (+2% nelle ultime cinque sedute). “Ancora una volta, l’oro si trova a riprendere fiato”, ha rilevato Ole Hanson, n.1 per le commodity d…

COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…