1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Mercati: Capodanno cinese, Pil Eurozona e trimestrali. Tutti gli appuntamenti clou della settimana

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Nella settimana che segna il Capodanno cinese, con le borse di Shanghai e Hong Kong chiuse per l’occasione, non  mancano comunque appuntamenti macro e trimestrali societarie importanti, che movimenteranno i mercati finanziari soprattutto nella seconda metà dell’ottava. 
Appuntamenti macro
Tra i dati macro si segnala la produzione industriale di Francia, Italia e Gran Bretagna  relativa a dicembre, in uscita mercoledì. Lo stesso giorno, nel pomeriggio da seguire l’audizione alla Camera della governatrice della Federal Reserve, Janet Yellen, che potrebbe fornire qualche indicazione sulle prossime mosse della banca centrale americana dopo i dati in chiaroscuro sul mercato del lavoro. L’audizione della Yellen si sposterà il giorno dopo al Senato. Giovedì appunto è in programma anche l’Eurogruppo. L’ordine del giorno non è stato ancora precisato, ma con molta probabilità sul tavolo di Bruxelles tornerà la questione Grecia con la contestata riforme delle pensioni e la nuova tranche di aiuti in bilico. A questa riunione, seguirà venerdì quella dell‘Ecofin, che discuterà di elusione fiscale, esaminerà lo stato dell’unione bancaria e preparerà l’imminente riunione del G20 di fine mese. Il consiglio Ecofin dovrebbe adottare anche conclusioni sugli orientamenti per il bilancio Ue del 2017.
Sempre venerdì tra le indicazioni macro, verrà diffusa la lettura preliminare sul Pil di Germania, Italia ed Eurozona relativo al quarto trimestre 2015. Gli analisti si aspettano per la zona euro una crescita dello 0,30% sul periodo precedente. In arrivo dagli Stati Uniti invece le vendite al dettaglio di gennaio, importanti per capire la dinamica dei consumi, fattore trainanet dell’economia americana. 
Sul fronte aste
Particolarmente fitto il calendario delle emissioni, con Germania, Gran Bretagna e anche Italia particolarmente attive. Domani è in programma l’asta di bond inglesi al 2026 per 1,3 miliardi di sterline, mentre mercoledì vedrà impegnata la Germania, con l’offerta di titoli al 2018, e l’Italia. Dopo il lancio del Buono ordinario del Tesoro con scadenza trentennale, il Tesoro italiano emetterà BOT a 12 mesi. Giovedì, ancora l’Italia con l’offerta di BTP, a cui seguirà l’emissione da parte del Tesoro inglese di titoli al 2045 per 1,5 miliardi di sterline.
 
Raffica di trimestrali
Ricco anche il calendario delle trimestrali societarie. Martedì sono previsti i conti di Enel, Unicredit, Banco Popolare e Coca-Cola. Mercoledì quelli di Generali, Mediobanca e Ubi. Giovedì verranno pubblicati i risultati di Telecom Italia, Total e Bper e infine venerdì sono attesi quelli di Renault.