Magiste, nelle mani dei pm il piano di concordato preventivo

Inviato da Redazione il Mar, 09/05/2006 - 08:57
I consulenti della Magiste hanno presentato ieri sera alla Procura di Roma il piano di concordato preventivo che dovrebbe essere presentato al tribunale fallimentare nei prossimi giorni. A seguito dell'incontro, gli avvocati Riccardo Olivo e Giuseppe Masoni dello studio Ripa di Meana avrebbero trasmesso via fax alla Popolare Italiana, principale creditore del gruppo di Ricucci, la bozza del piano: la banca lodigiana dovrebbe rinunciare a circa 150 milioni di euro dei 692 che rappresentano il credito totale riveniente dal 14,7 di Rcs in pegno. "E' previsto un accordo con la Bpi per il pagamento integrale di tutti i debiti e i numeri mi sembrano compatibili", ha detto l'avvocato Olivo all'uscita dall'incontro con i magistrati della procura di Roma. Il presidente di Magiste Francesco Bucci Casari e gli avvocati Olivo e Masoni dovranno rivedersi ancora nei prossimi giorni coi magistrati romani.
COMMENTA LA NOTIZIA