FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bnl si mette in mostra sul listino della city milanese. Il titolo dell’istituto di via Veneto sfoggia un rialzo del 2,63%, passando di mano a quota 1,835 euro. Forti anche i volumi: sono infatti già stati scambiati 17 milioni di pezzi contro una media delle ultime trenta sedute pari a 14 milioni di azioni. Come mai tanto attivismo attorno all’istituto guidato da Luigi Abete? “L’azione sta recuperando quanto perso ieri”, spiega Edoardo Mosca, responsabili di NovaInvestimenti. “Nonostante le manovre del contropatto non mi aspetto grandi movimento sul titolo. Anche la voce dell’aumento di capitale sembra essere accantonata per il momento”. Dello stesso avviso gli esperti di Abaxbank, che su Bnl mantengono il rating market perform(l’azione si muoverà in linea con il mercato) con un target price in area 2,15 euro. “Non ci aspettiamo più grossi movimenti su Bnl poiché il grosso dei rastrellamenti è stato già portato a termine. Il raggiungimento delle quote dichiarate dai due blocchi contrapposti, infatti, dovrebbe rallentare la speculazione anche per via della presenza di un flottante che è sempre più ridotto”, dicono gli esperti della banca milanese. La liason del patto e contropatto Bnl è nuovamente salita alle cronache complice le mosse di Lonati e Grazioli. I due imprenditori del contropatto hanno aumentato la loro quota nel capitale di Bnl il 10 settembre scorso. Ma è tutto nella norma a detta di Abaxbank. “Le manovre del blocco degli imprenditori contrapposto al patto di sindacato formato da Bbva, Generali e Della Valle, proseguono sulla base di quanto in precedenza annunciato. Con il conferimento delle quote degli imprenditori Lonati e Grazioli, infatti, il contropatto guidato da Caltagirone ha raggiunto il 16,5% del capitale della banca”, specificano gli esperti. “Per raggiungere il 19,27%, obiettivo dichiarato ufficialmente qualche settimana fa, manca all’appello soltanto la quota dell’immobiliarista Statuto, che dovrebbe conferire una quota di azioni pari al 4,93%, contro il 2,16% finora dichiarato. Non tutti i soci hanno versato i titoli azionari. L’accordo, infatti, prevede che possano essere conferiti i soli diritti di voto”. Quando? Il sistema è l’unico punto curioso: “Entro dieci giorni dall’avvenuta pubblicazione dell’avviso di convocazione della prossima assemblea dei soci di Bnl”.