1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Le Borse cadono in scia ai downgrade sulle banche, spread Btp/Bund al nuovo record

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio di giornata pesante per i mercati finanziari di tutta Europa e in particolare per l’Italia, dove lo spread Btp/Bund ha raggiunto i nuovi massimi di sempre a 412 punti base.


Le Borse europee e l’italiana Piazza Affari hanno aperto con ribassi attorno ai 3 punti percentuali.

Sulla Borsa Italiana pesano la doccia fredda arrivata nella serata di ieri da Standard & Poor’s, che ha ridotto i rating di sette istituti italiani: Mediobanca, Findomestic, Intesa Sanpaolo, Banca Imi, Banca Infrstrutture Innovazione e Sviluppo, Bnl e Cassa di Risparmio di Bologna.  L’agenzia ha ridotto anche l’outlook da stabile a negativo su otto banche: Unicredit, Banca Fideuram, Agos-Ducato, Istituto per il Credito Sportivo, Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, Unicredit Bank, Unicredit Bank Austria e Unicredit Leasing.


Il settore bancario è però sotto pressione anche a livello globale dopo che ieri sera Moody’s ha tagliato il rating delle tre principali banche statunitensi: Citigroup, Bofa Merrill Lynch e Wells Fargo.


Il mercato paga anche la delusione per l’esito scontato della riunione della Federal Reserve di ieri. La banca centrale di Washington ha annunciato l’avvio dell’operazione Twist: l’allungamento delle scadenze dei titoli di Stato in portafoglio. La Fed ha inoltre parlato di “rischi significativi” alla crescita.

 

Il differenziale tra i rendimenti dei Btp italiani decennali e i Bund tedeschi di pari scadenza torna ad allargarsi con violenza. Lo spread ha raggiunto i 412 punti base contro i 398 punti di ieri. In termini percentuali si tratta di un incremento del 3,5 per cento.