1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Italia: CSC, riviste al ribasso le stime di crescita, debito Pil sopra il 120% nel 2011

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Centro Studi di Confindustria ha rivisto al ribasso le previsioni di crescita per il nostro Paese. La stima per il 2010 passa dall’1,2% stimato a settembre all’1% mentre per il 2011 la crescita del Pil scende dall’1,3% all’1,1%. +1,3% invece nel 2012. Il rapporto deficit/Pil dal 5,3% del 2009 nell’esercizio corrente è visto al 5,1%; la discesa dovrebbe proseguire anche nel 2011 (4,2%) e nel 2012 (3,2%).

In crescita invece il debito pubblico, che nel 2010 è visto al 118,9% e nel 2011 dovrebbe sfondare quota 120% del Pil attestandosi al 120,3%. In calo al 119,8% nel 2012. L’inflazione infine è destinata a registrare un andamento in linea con quello degli altri Paesi dell’Eurozona mettendo a segno un +1,5% nel 2010, un +1,8% nel 2011 ed un +1,9% nel 2012.