1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Intesa: RasBank, premiante il rendimento agli azionisti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nel corso del triennio 2005-2007 il gruppo Intesa si pone un obiettivo di crescita dei ricavi totali a un tasso medio annuo del 7,4%, a circa 11,5 miliardi di euro. I costi dovranno mantenere una dinamica molto inferiore, con un tasso di crescita medio annuo dell’1,1%, arrivando a 5,7 miliardi di euro, una conseguente stabilizzazione del cost/income al 50% e un risultato della gestione operativa in crescita ad un tasso medio annuo del 16%, a circa 5,8 miliardi di euro. L’obiettivo di risultato netto consolidato è pari a circa 3 miliardi di euro nel 2007. Ne consegue un obiettivo 2007 del 20% per il Roe (Return on Equity). Inoltre, complessivamente, nel 2005-2007 il monte-dividendi distribuito da Banca Intesa dovrebbe superare i 5 miliardi di euro, passando da oltre 1,5 miliardi del 2005 a più di 2 miliardi nel 2007, e offrendo agli azionisti un rendimento pari a circa il 60% nel triennio. “Si tratta indubbiamente di target ambiziosi il cui raggiungimento porterebbe Intesa ad essere una delle banche più efficienti e redditizie del settore in Europa, obiettivo oltretutto dichiarato dal management”, mettono in evidenza gli analisti di RasBank. “Se si scontassero interamente gli obiettivi di piano, che prevede tra le altre cose un utile per azione 2007 di 0,438 euro”, commentano dalla sim milanese “il titolo quoterebbe ad un price/earning 2007 di 8,7 volte ed avrebbe un potenziale upside intorno al 35%, con un fair value in area 5 euro. Considerato che lo scenario economico di riferimento non è favorevole e che la pressione competitiva nel settore è destinata ad aumentare, riteniamo che gli obiettivi di piano vadano al momento considerati con prudenza”. Gli esperti di RasBank, che confermano la raccomandazione “outperform” su Banca Intesa, fanno quindi sapere che sottoporranno a revisione al rialzo le loro stime, ma che ritengono di dover essere maggiormente cauti rispetto alle indicazioni date dal mangement. “Consideriamo, peraltro, interessante il ritorno agli azionisti, Intesa non si è mai distinta per l’elevato pay-out, quindi la nuova policy indicata dal piano dovrebbe risultare premiante”, concludono.