1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

In corsa Pirelli & C., Saipem e SanPaolo Imi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tra le migliori blue chip nostrane, si sono messe in luce quelle attive nel comparto petrolifero: Eni e Saipem. Tra l’altro, quest’ultima ha anche tratto beneficio dalle notizie arrivate nel pomeriggio e riguardanti un nuovo contratto, del valore di circa 130 milioni di euro, per la rimozione e il trasporto di sette piattaforme situate presso due giacimenti a gas nel Mare del Nord, a circa 230 chilometri a nord ovest di Stavanger, in Norvegia. Pioggia di acquisti su SanPaolo Imi, che ha festeggiato l’arrivo, anticipato da una serie di indiscrezioni, alla direzione generale della controllata Banca Fideuram di Giuseppe Rosnati. Il titolo dell’istituto del risparmio gestito, dopo l’exploit della vigilia (+2,43%), ha invece chiuso in deciso rialzo ma con guadagni inferiori al 2%. In forte rialzo Pirelli & C., che si è aggiudicata la palma di migliore performance dell’S&P/Mib con un incremento del 3,30%. Bene anche Seat Pagine Gialle e Capitalia, che ha preso parte all’euforia che si è concentrata un po’ per tutta la giornata intorno alla controllata FinecoGroup, quotata invece al listino del Midex. L’istituto del risparmio gestito, il cui titolo in Borsa ha preso circa il 5%, ha confermato nel pomeriggio le voci di stampa circolate in mattinata e riguardanti la possibile cessione della controllata Fineco Vita e la visione di una serie di dossier. Tra le pochissime blue chip in rosso, si segnala Unicredito Italiano. Il mercato sembra non avere particolarmente apprezzato il nuovo piano industriale 2004-2007 messo a punto dal management e presentato in mattinata alla comunità finanziaria. Nel nuovo piano infatti Unicredit ha rivisto al ribasso gli obiettivi stabiliti in precedenza. Interpellato a riguardo, il numero uno della banca di Piazza Cordusio, Alessandro Profumo, ha affermato che “Lo scenario esterno non è certo brillantissimo”. Segno meno anche per Terna.