Gli Agnelli accorciano la catena societaria di Fiat: via libera alla fusione Ifil-Ifi

Inviato da Redazione il Mar, 09/09/2008 - 08:24
Quotazione: FCA CHRYSLER
Una semplice fusione per incorporazione di Ifil in Ifi che garantirà un pieno controllo della nuova entità alla famiglia Agnelli (59,2% del capitale ordinario) e darà vita a una sola holding con attivi per 6,5 miliardi di euro e tre categorie di titoli quotati. Parte così, con una lineare aggregazione delle due holding Ifi e Ifil, il progetto di semplificazione della catena societaria che controlla il gruppo Fiat. Un'operazione che qualcuno in Borsa definisce a caldo "riassetto a metà", forse perché si aspettava la conversione dei titoli privilegiati dell'Ifi, presente nelle diverse simulazioni circolate nei giorni scorsi sul mercato. Ma che a forse a Torino non hanno voluto prendere in considerazione in quanto avrebbe significato per la famiglia rinunciare al controllo, scendendo al 45% della nuova holding.
COMMENTA LA NOTIZIA