1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Frodi creditizie in aumento dell’1,5%, balzo dell’importo medio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nella prima metà del 2016 in Italia sono state rilevate poco meno di 8.000 frodi, +1,5% rispetto al corrispondente semestre 2015, a fronte di un incremento notevole (+66%) dell’importo medio delle stesse, che si è attestato a 9.893 euro. E’ quanto emerge dall’Osservatorio CRIF sulle frodi creditizie in Italia.

La distribuzione delle frodi per sesso evidenzia come la maggioranza delle vittime (il 62,5% del totale) sia rappresentata da uomini, mentre osservando la distribuzione delle frodi per classi di età delle vittime, si conferma la tendenza già evidenziata nella precedente rilevazione, con la fascia compresa tra 50 e 59 anni che fa registrare il maggior incremento (+8,2%), seguita da quella degli over 60 (+7,9%).Inoltre, nel I semestre 2016 il 26,5% dei casi ha riguardato un importo frodato compreso tra i 1.500 e 3.000 euro, con un incremento quasi doppio rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno. Al contempo si è registrato un calo significativo delle frodi di piccolo importo, sotto i 1.500 euro.

Le categorie più colpite sono quelle del travel/entertainment, degli immobili/ristrutturazione e dei trattamenti estetici/medici. In termini assoluti, invece, la maggioranza dei casi fa riferimento all’acquisto di elettrodomestici, con una quota pari al 37,7% del totale, seguita ai finanziamenti ottenuti in modo fraudolento per acquistare un’auto o una moto (14,6%).