1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Forex: deboli dati cinesi spingono l’aussie ai nuovi minimi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Minimi dall’ottobre 2011 per il dollaro australiano sceso questa mattina sotto quota 0,94 (0,9398) rispetto al dollaro Usa e ora in area 0,9415. Il cosiddetto aussie, reduce dal pesante calo di oltre il 7% nel mese di maggio, paga oggi i nuovi deboli riscontri arrivati nel weekend dalla Cina, principale partner commerciale dell’Australia. In particolare l’export di maggio è risultato in crescita solo dell’1% annuo, ritmo più blando degli ultimi 10 mesi, e che si confronta con il +14,7% di aprile. In calo l’import è sceso dello 0,3%. Il consensus era per un +7,4% dell’export e +6,6% dell’import.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RECUPERO DEL POUND

Forex: deboli dati non deprimono la sterlina

Recupero per la sterlina sul forex con cross gbp/usd tornato sopra quota 1,42 dopo la debolezza della vigilia a seguito dell’inflazione più debole del previsto a marzo (+2,5% annuo, sui …

INFLAZIONE UK AI MINIMI A UN ANNO

Forex: sterlina affonda dopo debole inflazione UK

La battuta d’arresto per l’inflazione britannica si fa sentire sulla sterlina che si muove in forte ribasso contro le altre principali valute. Il cross tra sterlina e dollaro è sceso …