Fmi: tagliate stime crescita Italia, Pil -0,2% nel 2014 e +0,8% nel 2015

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 07/10/2014 - 15:07
Il Fondo monetario internazionale ha tagliato le stime di crescita per l'Italia: per il 2014 il Pil nazionale è atteso in calo dello 0,2% (-0,5 punti percentuali rispetto a luglio) e tornerà positivo nel 2015 con +0,8% (-0,3 punti). E' quanto si legge nel si legge nel Rapporto economico autunnale. Il -0,2% del 2014 segue il -2,4% del 2012 e il -1,9% del 2013. Fanno meglio Spagna (+1,3% 2014 e +1,7% nel 2015) e Grecia(+0,6% e +2,9%). Il tasso di disoccupazione è previsto quest'anno al 12,6% e al 12% nel prossimo. Il dato è superiore alla media dell'area euro (11,6% nel 2014 e 11,2% nel 2015). Spagna e Grecia fanno peggio: i loro tassi di disoccupazione resteranno sopra il 20% nel 2014 e nel 2015. Il debito italiano si attesterà quest'anno al 136,7% del Pil, in aumento rispetto al 132,5% del 2013.
COMMENTA LA NOTIZIA