1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Ferrari: risultati record e guidance 2016 non soddisfano il mercato, titolo ko ai nuovi minimi da Ipo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Fredda accoglienza del mercato ai conti 2015 del Cavallino Rampante. Ferrari ha diffuso i conti a circa un’ora dalla chiusura delle contrattazioni a Piazza Affari con il titolo che ha subito accelerato al ribasso. In chiusura il titolo Ferrari ha ceduto il 9,58% a 33 euro. 
Dall’IPO dello scorso ottobre il titolo del cavallino Rampante ha segnato una progressiva discesa acuitasi durante il primo mese del 2016. Da inizio anno il titolo Ferrari segna un saldo negativo di oltre il 24%.   
La casa produttrice di auto sportive di lusso ha consegnato nel 2015 7.664 vetture, in crescita del 6% rispetto all’analogo periodo del 2014. A trainare le vendite è stato il +17% per i modelli a 8 cilindri (V8), mentre per i 12 cilindri c’è stato un calo del 24%. 
L’esercizio 2015 si è chiuso con un utile netto in crescita del 9% a 290 milioni di euro.  I ricavi 2015 sono saliti del 3% a 2,854 miliardi (-3% a cambi costanti), mentre l’Ebit è passato da 389 a 444 milioni e l’Ebit adjusted a 473 milioni (+17%) per effetto dell’incremento dei volumi e del contributo positivo dei programmi di personalizzazione. Il cda della casa di Maranello ha proposto la distribuzione di un dividendo di 0,46 euro per azione.  Il Free Cash Flow si è attestato a 390 milioni grazie al forte aumento del flusso di cassa della gestione operativa. L’indebitamento netto risulta di 1,938 miliardi, a fronte di disponibilità nette di cassa di 566 milioni alla fine del 2014.

Target 2016 vedono consegne per oltre 7.900 vetture e ricavi a 2,9 mld 
Per l’esercizio in corso il gruppo presieduto da Sergio Marchionne prevede consegne per circa 7.900 vetture, ricavi netti per oltre 2,9 miliardi di euro, ebitda adjusted oltre i 770 mln e indebitamento netto sotto gli 1,95 mld. Target che si pongono lievemente sotto le stime di consensus di mercato che indicavano per il 2016 ricavi a 2,994 mld, ebitda di 792 mln, ebit di 519 mln e indebitamento di 1,8 mld.