1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Fca cerca sponda nei conti del 1° trimestre per attaccare i massimi: ecco cosa aspettarsi giovedì (analisti)

QUOTAZIONI Fiat Chrysler Automobiles
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giovedì 26 aprile appuntamento con gli attesi conti di Fiat Chrysler Automobiles (FCA), prima vera big di Piazza Affari a togliere i veli dai conti trimestrali. Non sono attese novità a livello di operazioni straordinarie dopo l’annuncio di inizio mese dell’intenzione di procedere allo spin-off di Magneti Marelli. Il vero prossimo catalyst per il mercato sarà la presentazione del nuovo piano industriale a inizio giugno, l’ultimo targato Sergio Marchionne (che lascerà la guida del gruppo dopo l’approvazione del bilancio 2018).

Il titolo FCA viaggia oggi in forte calo (-2,87% a 19,18 euro), allontanandosi dai massimi storici che stazionano a 20,20 euro. Negli ultimi 12 mesi Fca ha raddoppiato la propria capitalizzazione in Borsa che attualmente è di quasi 30 miliardi di euro.

 

Le stime per il primo quarter

Per il primo trimestre il consensus Bloomberg indica ricavi a 27,14 miliardi di euro, in lieve contrazione rispetto all’analogo trimestre del 2017, utile operativo a 1,766 miliardi ed EPS rettificato è visto a 0,675 euro, in crescita del 58,6% a/a.

Sostanzialmente allineati al consuensus gli analisti di Goldman Sachs che indicano un ebit a 1,71 miliardi di euro, con una crescita del 12% annuo e margine balzare al 6,5% dal 5,5% dell’analoogo trimestre 2017. Il debito netto industriale è invece visto in lieve rialzo a 2,4 miliardi complici fattori stagionali e capex di 2 mld. Per l’intero 2018 Goldman Sachs – che ha un target price molto ambizioso su Fca quota 31,3 euro (rating Buy) – i ricavi sono visti a 114 mld rispetto ai 125 mld indicati da Fca nell sua guidance, ebit adj a quota 8,8 mld (sopra 8,7 mld il target Fca) e utile netto adj a 5,8 mld (circa 5 mld il target Fca).

Gli analisti di Mediobanca Securities, che hanno rating “outperform” sul titolo con un target price a 22 euro, rimarcano che per motivi motivi stagionali i primi tre mesi dell’anno sono i meno rilevanti dell’anno, con un ebit che rappresenta in media il 15-23% del margine dell’intero esercizio.

Analisti positivi, prevalgono i Buy

Il target price medio a 12 mesi individuato dagli analisti è pari a 20,95 euro, prezzo che incorpora un upside potenziale del 9% rispetto alle quotazioni attuali. A inizio settimana JP Morgan ha confermato overweight sul titolo Fca con tp a 25 euro. Il target price più ambizioso è proprio quello indicato da Goldman Sachs a 31,3 euro con potenziale upside del 60% rispetto ai prezzi attuali.

Fra i 26 broker che coprono il titolo predomina l’ottimismo. Il 42,3% è posizionato sul giudizio Buy e una pari percentuale (42,3%) suggerisce il mantenimento in portafoglio (Neutral/Hold); solo il 15,4% indica “Sell”.

 

Guarda qui il calendario completo delle trimestrali delle big di Piazza Affari.