Energia: Pielbags, “Mosca non farà più sorprese alla Ue”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’ultimo braccio di ferro che ha visto schierare su fronti opposti Mosca e Minsk non accadrà più. Lo ha detto il commissario per l’energia Ue, Andris Pielbags, in un’intervista rilascita a Il Sole 24 Ore. “La crisi è finita e prevedo sarà l’ultima cattiva sorpresa provocata dalle dispute sulle forniture russe all’Europa”, ha assicurato Pielbags. “Per evitare che un giorno l’Unione europea faccia la fine di Ucraina e Bielorussia, diventi cioè un satellite energetico alla mercè di Mosca, l’unica strada è diversificare le fonti, puntare in casa su energie pulite e rinnovabili, vigilare sugli stock”. Alla ripetuta domanda se la crisi che sembrava infinita sull’asse russo-bielorussia sia davvero finita Pielbags ha risposto: “Sì, è finita e non prevedo altre cattive sorprese sul fronte delle dispute sulle forniture russe all’Europa”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…