Diasorin: lanciato il test Liaison FGF 23, primo marcatore automatizzato per le patologie renali croniche

QUOTAZIONI Diasorin
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

+2,21% sul listino di Piazza Affari per DiaSorin che sale a 55,6 euro. La società attiva nel campo della diagnostica in vitro oggi ha annunciato il lancio del primo saggio quantitativo della proteina FGF 23 completamente automatizzato su piattaforma CLIA (disponibile in tutto il mondo ad eccezione degli Stati Uniti).

La proteina FGF 23 ha principalmente due funzioni: l’inibizione del riassorbimento del fosfato a livello renale e la riduzione di Vitamina D 1,25. La presenza della proteina FGF 23 risulta fortemente correlata a patologie quali la malattia renale cronica (MRC) e le patologie relative alla calcificazione del tessuto osseo.

“Il test -riporta la nota della società- amplia l’offerta DiaSorin nell’area del Metabolismo Osseo e posiziona il Gruppo in un settore di forte interesse per il mondo clinico, quello delle patologie renali croniche, dove l’automazione e conseguentemente la velocità di ottenimento di una risposta clinica di qualità risulta di importante rilevanza”.

Il team di Ricerca e Sviluppo DiaSorin ha prodotto un test in grado di determinare la concentrazione della proteina nel plasma in soli 48 minuti.