Consob domanda, Coin prende tempo

Inviato da Redazione il Mer, 21/02/2007 - 18:01
Le operazioni di finanziamento messe in piedi nel 2005 starebbero dando qualche noia al gruppo Coin. Secondo quanto ha avuto modo di appurare Finanza.com, tra Consob e Coin negli ultimi giorni vi sarebbe stato un carteggio perche' il gruppo della grande distribuzione fornisse copia dei verbali in cui si fa riferimento ai contratti di finanziamento stipulati con Barclays Bank Plc e che vedono coinvolti Giorgione Investimenti Spa, gruppo Coin Spa, e le società da quest'ultima controllate Oviesse Srl ed Oviesse Franchising Srl. Sotto la lente della Commissione ci sarebbe la rispondenza dei contratti di finanziamento all'interesse sociale del gruppo e delle controllate, in special modo con riferimento alla presenza di clausole di cross default. Queste clausole prevedono nella loro forma tipica l'estensione a tutte le esposizioni verso un debitore dell'inadempimento verificatosi su una specifica posizione creditizia, per cui l'inadempienza contrattuale relativa ad un singolo rapporto rischia poi di travolgere una pluralità di rapporti di finanziamento. Per questo le richieste Consob comprenderebbero anche l'invio di una memoria contenente le valutazioni sulla capacità della controllante Giorgione Investimenti Spa di onorare le scadenze del debito e le considerazioni sulle potenziali conseguenze patrimoniali dell'eventuale inadempimento dei contratti da parte dei singoli soggetti beneficiari dei finanziamenti. Insomma un lavoro considerevole, che avrebbe indotto gli attuali membri del collegio sindacale Coin a richiedere alla Consob la concessione del termine del 26 febbraio per consentire la raccolta di tutte le informazioni necessarie e fornire una risposta esauriente.
COMMENTA LA NOTIZIA