Consob, boom di sanzioni nel 2007

Inviato da Daniela La Cava il Lun, 07/01/2008 - 16:23

L'occhio vigile della Consob, la Commissione nazionale per le società e la Borsa, ha lavorato intensamente nel corso del 2007, senza mai abbassare la guardia. E i risultati della sua intensa attività sono stati resi noti nel primo numero del 2008 di "Consob Informa", che contiene una sintesi delle principali decisioni relativa all'anno che si è appena concluso, che coinvolge direttamente la Commissione guidata da Lamberto Cardia.

La Consob non ha tralasciato nessun ambito o soggetto nella sua minuziosa analisi. Un'indagine che non ha risparmiato nessuno soprattutto sul fronte dell'attività sanzionatoria: provvedimenti verso intermediari e promotori e verso società quotate e di revisione. Complessivamente sono quasi raddoppiati portandosi a quota 227 i provvedimenti assunti dalla Consob (116 nel corso del 2006), di cui 200 conclusi con l'applicazione di sanzioni nei confronti dei soggetti interessati. In dettaglio, relativi agli intermediari finanziari sono stati in totale 16 i provvedimenti sanzionatori (applicati nei confronti di 196 esponenti aziendali), con sanzioni passate da 1,7 a 2,6 milioni di euro, mentre nei confronti dei promotori le sanzioni sono aumentate da 82 a 116, con 64 radiazioni dall'albo e 44 sospensioni, nonché 3 sanzioni pecuniarie e 5 richiami scritti.
La Consob ha puntato il dito anche sui singoli, e non solo sulle società. Sono stati assunti provvedimenti interdettivi nei confronti di 13 persone fisiche, per un periodo di due mesi fino a un massimo di 24 mesi, per complessivi 117 mesi.
 
Le note dolenti hanno riguardato soprattutto le sanzioni pecuniarie comminate ai soggetti attivi sul mercato, che nel corso del 2007 sono passate da 8 a 43,7 milioni di euro. Sono stati anche confiscati beni per un valore corrispondente a 39,9 milioni di euro. Stando a quanto comunicato nella newsletter della Commissione, che fa il punto sull'attività relativa allo scorso anno, il boom  di multe applicate "attiene ai primi provvedimenti adottati nel 2007 in base ai nuovi poteri attribuiti dalla norma che ha recepito la disciplina comunitaria sugli abusi di mercato".
COMMENTA LA NOTIZIA