1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Cina, rallenta inflazione ma balzano i prezzi alla produzione. Massimi da 5 anni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Rallenta, leggermente, l‘inflazione mentre i prezzi alla produzione registrano un balzo inatteso. Questa la sintesi dei dati diffusi nella notte dalla Cina che confermano bontà delle politiche governative volte a favorire la crescita di quella che si conferma la seconda economia su scala globale.

I prezzi al consumo a dicembre hanno registrato una crescita pari al 2,1%, in leggera frenata rispetto al +2,3% di novembre. Un dato che risulta comunque allineato alle aspettative degli analisti ma che rappresenta il primo rallentamento su base mensile negli ultimi quattro mesi.

Il dato più sorprendente però è quello relativo ai prezzi alla produzione che a dicembre hanno segnato un balzo pari al 5,5%, in netto aumento dal +3,3% di novembre. Tutti segnali di ripresa dal trend deflazionario che ha caratterizzato gli ultimi anni: nell’intero 2016 il saldo dei prezzi al consumo rimane però negativo segnando un –1,4% annualizzato. I prezzi alla produzione, invece, segnano un incremento pari al +2,0%.

L‘inflazione rimane quindi ampiamente sotto controllo, sotto il target massimo del +3% indicato dalle fonti governative di Pechino per il 2016. Numeri che di fatto confermano come le politiche espansive messe in atto dal governo cinese stiano andando nella corretta direzione.
Le attese per ulteriori incrementi dell’inflazione per i prossimi mesi sono confermate dall’andamento dei costi degli affitti immobiliari, sottolineano alcuni analisti.