1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Canada: la crisi finanziaria globale tocca anche il settore minerario

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’onda lunga di chiusura delle miniere è arrivata a toccare anche il Canada. In questo periodo di crisi finanziaria globale diverse società minerarie hanno deciso di bloccare i nuovi progetti in fase di avvio per i timori di incontrare difficoltà nel finanziarli e in alcuni casi sono state chiuse le miniere meno profittevoli. E’ il caso di First Nickel, che ha annunciato che sospenderà la sua produzione nel sito di Lockerby in Ontario e di Blue Note Mining’s che ha comunicato che fermerà le operazioni nel sito di Caribou.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Petrolio stabile in attesa del meeting Opec

Stabili le quotazioni del petrolio in attesa del meeting Opec di domani. Questa mattina il prezzo del Wti (riferimento americano) mostra un leggero rialzo dello 0,25% a 51,61 dollari al barile, mentre il Brent (riferimento europeo) si mantiene sopra …

COMMODITY

Oro: prezzi a 1.261 dollari, focus sulle minute di domani

Sostanziale parità al Comex per il future con consegna giugno sull’oro che passa di mano a 1.261,5 dollari l’oncia (+2% nelle ultime cinque sedute). “Ancora una volta, l’oro si trova a riprendere fiato”, ha rilevato Ole Hanson, n.1 per le commodity d…

COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…