Bce: Italia, rischio crescente su rispetto obiettivo deficit 2013 sotto il 3%

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 12/09/2013 - 10:16
Il peggioramento del fabbisogno dell'Italia, dovuto soprattutto all'erogazione dei debiti arretrati verso le imprese, mette in risalto i rischi crescenti per il conseguimento dell'obiettivo di disavanzo al 2,9% del Pil per il 2013. E' quanto scrive la Banca centrale europea nel Bollettino mensile, che ricorda come in Italia le informazioni preliminari sull'esecuzione del bilancio dello Stato in base ai dati di cassa fino a luglio 2013 indicano un fabbisogno finanziario cumulato di 51 miliardi di euro (3,3% del Pil), in aumento da quasi 28 miliardi (1,8% del pil) nello stesso periodo del 2012.
COMMENTA LA NOTIZIA