1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Banche francesi: per Hsbc solo Bnp tiene il passo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le banche francesi si stringono nel loro tricolore. Grandi escluse, ad eccezione di Bnp Paribas, per il momento della fase di consolidamento che ha soffiato forte in Italia sono oggi un punto interrogativo per gli analisti di Hsbc. Robin Down esperto della casa d’affari britannica si domanda nel report uscito oggi e raccolto da Finanza.com da dove arriverà la crescita degli istituti d’Oltralpe. “I risultati riportati nel primo trimestre del 2007 forniscono motivo per essere più preoccupati che sereni, con virtualmente tutte le varie attività delle banche che mostrano segnali di rallentamento”, sostiene l’esperto. Una preoccupazione che si è tradotta immediatamente in azione: il broker ha infatti tagliato le stime di utile per azione 2007-2008 tra il 2-6% sulle banche che parlano francese e di conseguenza anche i target price degli istituti si sono ristretti. “L’unica eccezione è Bnp, che ha spiccato per una buona performance, e così abbiamo rivisto al rialzo le stime nell’ordine del 5%”, specifica Down. La signora della grande fusione con l’italiana Bnl resta nell’immaginario degli analisti di Hsbc l’opzione preferita da giocare, anche se alla luce del rally che ha messo a segno la raccomandazione sul titolo è stata confermata neutral. Sorte meno felice per Natixis (underweight con target price passato da 91,3 euro a 85,3 euro), per SocGen (underweight con target price slittato a 130,6 euro da 130,8 euro) e Credit Agricole (neutral con target price a 30,4 euro da 32,4 euro).