1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Assicurativi in spolvero, lettera su Mediobanca

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ancora una volta a Piazza Affari non è mancato l’apporto di Eni, titolo di maggior peso specifico del listino milanese, che ha guagagnato circa 1 punto percentuale portandosi ai nuovi massimi storici sopra quota 24 euro. Sul colosso petrolifero italiano si è espressa Standard & Poor’s che ha lasciato invariati rating (AA sul debito a lungo termine) e outlook (stabile) nonostante la decisione della vigilia di rivedere al ribasso l’outlook sull’Italia. In spolvero anche l’altro peso massimo dell’S&P/Mib, Enel (+1,29% a 6,995 euro) che però era reduce da un inizio di settimana incolore che l’aveva fatta scivolare ai nuovi minimi da inizio anno. La palma di miglior performer di giornata è spettata a Ras che è salita di quasi 4 punti percentuali chiudendo a 16,82 euro, livelli che non vedeva dallo scorso maggio. A dare nuova linfa al titolo del gruppo assicurativo guidato da Paolo Vagnone i risultati sopra le attese riportati dalla tedesca Allianz che detiene il controllo di Ras. in decisa ascesa anche gli altri due testimonial del comparto assicurativo, Alleanza (+1,25%) e Generali (+1,47%). Progresso sostenuto anche per Unicredit (+2,62% a 4,62 euro) che prosegue il suo spunto rialzista seguito al via libera della Consob alla quotazione a Francoforte e Varsavia del gruppo che nascerà dalla fusione tra Unicredit e la tedesca Hvb, inoltre è arrivato un giudizio positivo da parte di una prestigiosa banca d’affari. Prese di profitto invece su Mediobanca (-2,09% a 16,11 euro) dopo il doppio exploit di lunedì e martedì con il rastrellamento di titoli da parte dell’immobiliarista Danilo Coppola che ha confermato di aver portato la propria quota nell’istituto di piazzetta Cuccia al 4,3% e di volerla incrementare fino alla soglia del 5%.