Aem positiva, per il mercato Atel e’ fuori dalla sua portata

QUOTAZIONI A2a
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Aem scambia in territorio positivo. Il titolo della ex municipalizzata milanese sale dello 0,52%, scambiando a quota 1,7450 euro. Il sentiment sull’azione è positivo. In tempi di vacche magre gli operatori preferiscono puntare su azioni non troppo condizionate dagli indici principali e il comparto delle municipalizzate in questo è avvantaggiato. A stuzzicare Aem si aggiunge la speculazione. Secondo indiscrezioni di stampa Aem sarebbe interessata ad acquisire una quota di Atel, una delle maggiori aziende municipalizzate elvetiche del settore. Nella scaccheria del risiko delle ex municipalizzate sarebbero però entrate in gioco anche Ail, aziende industriali di Lugano e Amb, azienda municipalizzata di Bellinzona, disposte a creare una cordata per l’acquisto di una quota di minoranza della Motor Colombus, che a sua volta detiene la maggioranza di Atel. Aem si difende bene perché ha già un intreccio azionario con la municipalizzata svizzera. Ma secondo un analista di una prestigiosa banca d’affari milanese, “l’operazione Aem-Atel non sarebbe felice perché Atel sarebbe fuori dalla portata di Aem per capitalizzazione e andrebbe a compromettere il suo rating sul debito”. Al contrario, “la liquidità raccolta con il recente bond lanciato sul mercato e l’operazione Fastweb hanno creato valore in Aem. L’azione potrebbe riservare delle buone sorprese nel 2005”, aggiunge l’esperto che ha un rating positivo su Aem.