1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Abramovich doma il colosso d’acciao Evraz sotto il peso di 3 mld di dollari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Evraz, colosso russo dell’acciaio è al 41,3% di Abramovich. Il magante russo entra nella società siderurgica con tre miliardi di dollari e salirà alla guida insieme ai due oligarchi russi Alexander Abramov e Alexander Frolov, fino a ieri detentori dell’85,7% tramite la finanziarai Crosland Global. L’acquisto era nell’aria, tanto che gia a fine maggio, tre giorni dopo l’annuncio della fusione tra Arcelor e la Severstal, era stata confermata l’esistenza delle tarttative, che però avrebbero riguardato allora una quota del 25%. Il potere d’acquisto dell’uomo più ricco di Russia con una liquidità di 18,2 miliardi di dollari, guadagnati in buona parte dalla vendita di Sibneft a Gaz Prom, gli ha però consentito di alterare profondamente gli equilibri di potere interni alla società russa, che ha in portafoglio anche il 75% del gruppo italiano Palini e Bertoli. Eugene Shvidler, presidente della holding Millhouse Capital del proprietario del Chelsea, ha dichiarato di aspettarsi una buona valorizzazione degli asset acquisiti in argione di buone prospettive del settore metallifero, mentre Vladimir Katunin, esperto del settore ritiene che questa acquisizione rappresenti una svolta nella gestione di Evraz, che porterà a maggiore efficienza e dividendi più alti.