1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Abn Amro torna in Borsa: debutto rialzista sulla Piazza finanziaria di Amsterdam, sopra prezzo Ipo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Abn Amro, la banca olandese nazionalizzata sette anni fa nel pieno della crisi finanziaria globale, torna a debuttare sulla Borsa di Amsterdam. Nei primi minuti di contrattazioni il titolo del gruppo sale di circa il 2,30% a 18,15 euro ad azione, facendo meglio dell’Aex, il listino di riferimento della Borsa olandese, che in questo momento segna una debole crescita di circa lo 0,20 per cento.
Grande e atteso ritorno per il colosso finanziario olandese torna a scambiare sull’Euronext Amsterdam sotto il simbolo “ABN” dopo avere collocato 188 milioni di azioni, ad un prezzo pari a 17,75 euro. La forchetta indicativa di prezzo era compresa tra 16-20 euro. Lo si apprende in una nota stampa diramata stamattina dal gruppo. 
Il flottante in Borsa è pari a circa il 20% del capitale, per una raccolta complessiva pari a 3,3 miliardi di euro. Questa operazione ha così valorizzato la banca, che controllava l’italiana Banca Antonveneta, circa 16,7 miliardi di euro.
Il ritorno in Borsa è stato definito dal presidente del consiglio di gestione di Abn Amro, Gerrit Zalm, un “passo logico” per la banca, che negli ultimi anni si è riorganizzata in maniera aggressiva. “Il nostro business è solido, abbiamo un profilo di rischio moderato e siamo in grado di offrire ai nostri clienti una vasta gamma di servizi”, ha affermato Zalm. 
E Abn Amro si presenta in Borsa con profitti trimestrali in rialzo. A inizio novembre il gruppo ha annunciato di avere archiviato il terzo trimestre dell’anno con un incremento degli utili del 33% a 509 milioni di euro. Sono calate le sofferenze, che sono diminuite del 67% a 94 milioni in scia del miglioramento del contesto economico. È stato nel mese di ottobre che il governo olandese ha confermato che, sette anni dopo la nazionalizzazione, il gruppo bancario olandese sarebbe tornato ad essere quotato.