1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unicredit e Intesa maglie nere del Ftse Mib complice macigno del cap su dividendi deciso da Bce

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Primo scorcio di seduta con il freno a mano tirato per Unicredit e Intesa Sanpaolo, unici due titoli che segnano un lieve calo all’interno di un Ftse Mib intonato al rialzo anche oggi. Unicredit cede lo 0,72% e Intesa Sanpaolo lo 0,54%. Debole anche Bper (+0,03%).

Pesa la decisione della Bce che ha raccomandato alle banche di ‘evitare o limitare’ la distribuzione di dividendi fino al 30 settembre 2021, con un tetto massimo stabilito al 15% degli utili riportati in via cumulata nel 2019 e nel 2020 e un massimo di 20 punti base di capitale Cet1. La Vigilanza sulle banche della Bce, guidata da Andrea Enria, ha dato quindi un via libera solo parziale e decisamente ridotto alle banche (consigliando anche di estendere la sospensione delle cedole, con il termine ‘evitare’) per ripristinare l’erogazione dei dividendi a favore dei loro azionisti.

Una notizia negativa per il settore, sottolineano gli esperti di Equita, in quanto la raccomandazione BCE riduce significativamente la visibilità sul dividendo a valere sui risultati del 2020 e limita significativamente la possibilità di distribuzione del capitale in eccesso, come conseguenza dell’accantonamento a riserva degli utili 2019.