1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Unicredit: cosa attendersi da conti 3° trimestre e stime analisti su dividendi futuri. Orcel dovrà parare mitraglia domande su MPS

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Forte attesa per i conti di Unicredit, prima banca di Piazza Affari che si presenta al test dei conti del terzo trimestre 2021. Il cda si è riunito oggi con pubblicazione risultati e conference call prevista domani 28 ottobre prima dell’avvio dei mercati con susseguente conference call del ceo Andrea Orcel. La banca di piazza Gae Aulenti dallo scorso trimestre ha deciso di anticipare di una settimana la presentazione dei conti trimestrali in virtù della semplificazione, snellimento e rafforzamento dei processi voluto da Orcel.

Numeri trimestrali passati in secondo piano dopo la clamorosa rottura delle trattative con il Tesoro per rilevare Mps. E proprio MPS inevitabilmente sarà al centro delle domande che arriveranno a Orcel, con gli investitori che attendono al varco il ceo per cogliere eventuali segnali di apertura alla possibilità che il dialogo con il governo si possa riaprire.

Preview conti 3° trimestre e stime su intero 2021

Il consensus degli analisti pubblicato sul sito della banca indica un utile netto di 825 milioni di euro (valore mediano) dai 692 mln dell’analogo trimestre 2020. Più conservative le stime di Equita che indica un utile di 766 mln. I ricavi totali sono visti a 4,26 mld, con utile operativo netto a 1,33 mld di euro e commissioni nette a 1,624 mld.

A livello di ratio patrimoniali, il Cet1 è visto attestarsi al 15,3%.

Guardando all’intero 2021, il consensus indica un utile netto di 3,16 miliardi di euro (prima dei conti di metà anno la previsione era di 2,52 mld),
margine di intermediazione a 17,48 miliardi di euro e utile operativo netto di 5,63 miliardi.

Sul fronte dividendi tra gli analisti persiste una certa varietà di valutazioni sull’entità della cedola 2022 (relativo all’esercizio 2021): è indicata una cedola di 0,45 euro per azione (il range va da 0,18 a 0,54 euro).

Aumentano i buy sul titolo

Tra gli analisti i Buy (Overweight, Outperform, Add, Accumulate) sul titolo Unicredit sono pari al 67% del totale (tre mesi fa prima dei conti del 2° trimestre erano il 52%, prima dei conti del 1° trimestre solo il 30%); il 29% dice Hold mentre solo il 5% dice Sell. Il prezzo obiettivo medio è di 12,71 euro.

Nel 2021 il saldo in Borsa di Unicredit è +49,7%, tra i migliori di tutto il Ftse Mib.