1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Tod’s continua rally, sfondato muro 39 euro: analisti guardano a mossa LVHM, sale appeal M&A

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Prosegue inarrestabile la corsa di Tod’s a Piazza Affari. Il titolo del gruppo marchigiano avanza di oltre il 10% e viaggia poco sopra il muro dei 39 euro dopo l’operazione LVMH. L’aumento della quota dei francesi è avvenuto a seguito di un’operazione guidata dal fondatore. Diego Della Valle & C, società controllata da Diego Della Valle, ha infatti sottoscritto con Delphine, società interamente detenuta da LVMH, un contratto per la vendita del 6,8% del capitale sociale di Tod’s. Il prezzo di acquisto è stato fissato a 33,1 euro per azione (-6% rispetto ai prezzi di ieri, ma in linea con la media ponderata a 15 giorni). LVMH, che già possedeva il 3,2%, salirà così al 10%. Diego Della Valle deterrà, direttamente e indirettamente, una partecipazione pari al 63,64% del capitale sociale di Tod’s.
Equita ricorda che Della Valle era stato compratore nel 2019 (2% direttamente, 7,25% tramite contratto a termine con Credit Agricole), con il titolo mediamente a 40-45 euro. “Oggi è venditore a 33,1 euro, scelta che leghiamo ai risultati negativi del gruppo negli ultimi esercizi, con dividendi cancellati nel 2019 e 2020 e prospettive di ulteriori perdite nel 2021-23 secondo le nostre stime”, sottolineano ancora gli analisti della sim milanese aggiungendo che l’incasso è di circa 74 milioni.

Una notizia che gli esperti di Equita definiscono “positiva per il titolo, in quanto pone LVMH come naturale compratore in caso di futura vendita dell’azienda: ipotizzando un premio di maggioranza del 25% rispetto al prezzo di 33,1 euro fissato per il pacchetto di minoranza, il prezzo di M&A potrebbe essere intorno a 40 euro. Tuttavia, la scelta di vendere oggi solo il 6,8% lascia pensare che Diego Della Valle non voglia vendere nel breve e intenda perseguire ancora un rilancio in autonomia”. Su questo punto Equita rimarca come la visibilità resti bassa e che alla fine la vendita resti lo scenario più probabile, ma solo fra qualche anno. Fatte questa considerazioni e attualizzando ad oggi lo scenario M&A, Equita alza l’asticella del target a 35 euro dal precedente 20,4 e aumenta la raccomandazione a hold sostenendo “che i prezzi attuali rappresentino a questo punto un supporto per il titolo”.

Banca Akros conferma la valutazione neutral su Tod’s e target price di 25 euro, sottolineando che “questa mossa aumenta chiaramente l’appeal speculativo sulle azioni”.