1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

TIM sale in Borsa: interessante il supporto a DAZN ma costo rimane incerto (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sale allo 0,91% a 0,46 euro in Borsa il titolo Telecom Italia. Venerdì la Lega di Serie A ha aggiudicato a DAZN i diritti per la trasmissione di 7 partite in esclusiva e di 3 partite in co-esclusiva per le prossime tre stagioni. Tim ha recentemente annunciato l’estensione della partnership commerciale con DAZN, pur senza fornire dettagli quantitativi.
In base a quanto detto anche dalla manager di DAZN Di Quattro sul Sole24ore di domenica, DAZN lancerà la propria offerta a un pricing competitivo rispetto a quello attuale di Sky (30.90) e si aspetta di raggiungere in tre anni numeri rilevanti, basando l’accesso alla piattaforma su collegamenti TLC ma predisponendo un’alternativa per le aree meno coperte via digitale terrestre, abbandonando invece il canale satellitare. Sky e Vodafone sarebbero pronte a presentare un ricorso contro l’esito della gara.
Tim non ha fornito dettagli sull’accordo con DAZN, smentendo però impegni quali quelli che erano circolati alcune settimane fa (330 mn all`anno). Equita si aspetta che l’offerta DAZN rimanga aperta a tutti, ma che TIM abbia l’esclusiva sulle offerte bundled con i servizi di TLC. Dal punto di vista finanziario, con questo accordo TIM quindi: arricchisce l’offerta di contenuti rispetto ai concorrenti, incluso Iliad atteso entrare nel mercato durante l’estate; crea un motivo per l’attivazione di contratti per i clienti che oggi dovessero usare il satellite per usufruire di Sky e decidessero di passare a DAZN via fibra; 3) indebolisce Sky, divenuto concorrente diretto con l’ingresso nel 2019 nelle TLC, nel suo core business.
Gli esperti della Sim milanese rimangono scettici sui benefici a medio termine di strategie di pagamento di contenuti in esclusiva a causa del rischio di competizione sui prezzi a fine contratto e di volatilità nei clienti acquisiti. Tim in questa fase, concludono, potrebbe però sfruttare l’accordo per accelerare sulle nuove linee e per difendere la quota di mercato dall’ingresso di Iliad.