News Notizie Italia Stop vendita di auto benzina e diesel dal 2035, automobilisti dubbiosi su tempi, costi e tecnologia

Stop vendita di auto benzina e diesel dal 2035, automobilisti dubbiosi su tempi, costi e tecnologia

Il Consiglio dei Ministri dell'Ambiente dei Paesi UE nella notte ha trovato l'accordo per il blocco delle vendite di auto nuove a benzina e diesel dal 2035. La misura fa parte del piano di azione contro il cambiamento climatico Fit for 55 che prevede di conseguire la neutralità climatica entro il 2050). Cosa ne pensano gli automobilisti? Da una ricerca condotta dal Centro Studi di AutoScout24, il più grande marketplace automotive online pan europeo, emerge il prevalere di un giudizio non positivo: quasi sette utenti su dieci valutano la misura negativamente, con i motori tradizionali che si confermano allo stato attuale “insostituibili”.

Quali sono le motivazioni? Riguardano principalmente i tempi, i costi, la tecnologia, l’impatto ambientale e il mercato. Per quasi otto utenti su dieci, il 2035 è una data troppo ravvicinata per un cambiamento così epocale, un parere in linea con i Paesi che chiedono di posticiparne lo stop al 2040. Sul fronte dei costi, per la maggior parte (90%), il prezzo delle auto elettriche è troppo alto e distante dal budget medio a disposizione degli utenti per l’acquisto di un’auto (circa €24.600) dichiarato dai rispondenti in occasione della ricerca.