1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Certificates ›› 

Stellantis, Unicredit e e le altre: ecco le top pick 2022 di Piazza Affari secondo Mediobanca

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La prima seduta della settimana, orfana della bussola di Wall Street – chiusa in occasione del Martin Luther King day – vede Piazza Affari muoversi in buon rialzo e riavvicinare i massimi pluriennali toccati a inizio anno. Gli investitori guardano con favore alle mosse della Cina. Il PIL 2021 ha segnato +8,1%, oltre il target di crescita fissato dal governo di Pechino, pari a una espansione del 6%, e oltre anche le previsioni di diversi economisti, evidenziando però un rallentamento del Pil cinese nel quarto trimestre. La People’s Bank of China ha così tagliato i tassi di riferimento sui suoi prestiti a medio termine al 2,85%, per la prima volta dall’aprile del 2020, ovvero in quasi due anni, per cercare di far fronte al rallentamento dell’economia.

Tenaris svetta oggi e insidia Stellantis come regina di gennaio

Miglior titolo di giornata oggi sul Ftse Mib risulta essere Tenaris con +2,24% a 10,49 euro che è stata promossa oggi a outperform da Mediobanca Securities che ritiene che i prezzi del petrolio dovrebbero sostenere l’attività di perforazione, soprattutto negli Stati Uniti.

Gli analisti della merchant bank di piazzetta Cuccia, stando a quanto riporta Bloomberg, hanno indicato oggi le loro top pik per il 2022 e spiccano i nomi di UniCredit, Poste Italiane, Enel, Prysmian, Stellantis e MFE (ex Mediaset). Tfa le mid e small cap le prescelte sono invece Credem, Iren, Mondadori, Piaggio, Piovan e Tinexta.

Tenaris con +13% circa è il secondo miglior titolo del Ftse Mib da inizio anno, dietro solo a Stellantis (+14%). Proprio Stellantis (+0,61% a 19,09 euro) oggi aggiorna i nuovi massimi assoluti in area 19,32 euro. Le ultime indiscrezioni vedono Elkann e il ceo Tavares parlare mercoledì in occasione del 1° anniversario dalla nascita del gruppo. Il focus dei due top manager dovrebbe essere sulle performance 2021. SEmpre Mediobanca Securities rimarca come Stellantis sia una storia di ristrutturazione scambiata a una valutazione “non impegnativa”.

Generali sale in attesa sviluppi su nodo governance

In rialzo Generali (+0,89% a 18,6 euro) con gli ultimi rumor che vedono Del Vecchio e Caltagirone sponsorizzare il nome di Matteo Del Fante come prossimo ceo del Leone di Trieste. Intanto, dopo le dimissioni di Caltagirone, il board del Leone di Trieste vede uscire anche Romolo Bardin (a.d. Delfin).

Inciampa TIM

Peggior performer di giornata è stata TIM con circa -3% complice la bocciatura arrivata da Exane Bnp Paribas (rating sceso a a underperform) e i nuovi rumors sul piano e sui tempi di risposta all’offerta di KKR. Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, sono ancora in corso valutazioni per definire il perimetro di attività, personale e debito da conferire e per capire i rischi di stop da parte di Bruxelles sulla rete unica. Telecom potrebbe aspettare l’approvazione del piano il 2 marzo prima di rispondere a KKR in merito alla due diligence, ritenendo inopportuno aprire la data room prima dell’approvazione dei risultati 2021 e del piano.