1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Societe generale dà il via al collocamento di un Bonus Autocallable sull’indice Mib Esg

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per rispondere alla crescente attenzione degli investitori verso le tematiche di sostenibilità, Societe Generale ha costruito un nuovo certificato che consente di prendere posizione sul MIB ESG, l’indice azionario dedicato alle blue-chip quotate su Borsa Italiana che presentano le migliori pratiche in materia ambientale, sociale e di governance (ESG).

Si tratta di un certificato Bonus Autocallable che sarà in collocamento sul mercato primario da oggi 24 gennaio fino al 25 febbraio 2022 presso diversi intermediari collocatori e sarà successivamente negoziato sul mercato secondario di Euro TLX. Il nuovo certificato di Societe Generale è categorizzato da Acepi come certificato a capitale parzialmente protetto e ha una durata di tre anni.

Il sottostante è il MIB ESG. L’indice, gestito e calcolato da Euronext Paris, fornisce un’esposizione a 40 società selezionate secondo criteri ESG, definiti dalla primaria agenzia di rating ESG europea Vigeo Eiris (Moody’s), partendo dalle 60 società italiane più liquide ed escludendo le società impegnate in attività non compatibili con gli investimenti ESG. La composizione dell’indice viene rivista su base trimestrale e ponderata in base alla capitalizzazione di mercato aggiustata per il flottante.

Come funziona il certificato

Ecco il meccanismo di funzionamento del certificato Bonus Autocallable. Alla fine del primo anno di vita del prodotto, se il Livello dell’indice MIB ESG, osservato alla Data di Valutazione della Liquidazione Anticipata (ossia al termine del primo anno), risulta pari o superiore alla Barriera di Liquidazione Anticipata, il certificato viene liquidato anticipatamente per un importo di rimborso pari al 100% del Valore Nominale maggiorato di un premio lordo del 5%. In caso contrario l’investimento prosegue fino a scadenza.

Alla fine del terzo anno, in assenza di una liquidazione anticipata al termine del primo anno, il certificato prevede tre possibili scenari di liquidazione a scadenza. Se il Livello Finale dell’indice MIB ESG risulta pari o superiore alla Barriera Finale (100%), il certificato corrisponde un importo lordo di liquidazione pari al 100% del Valore Nominale maggiorato della Performance Finale del sottostante moltiplicata per la Partecipazione (150%);

Oppure, se il Livello Finale dell’indice MIB ESG risulta inferiore alla Barriera Finale ma pari o superiore alla Barriera sul Capitale (70%), il certificato corrisponde un importo lordo di liquidazione pari al 100% del Valore Nominale. Altrimenti, se il Livello Finale del sottostante risulta inferiore alla Barriera sul Capitale (70%), il certificato corrisponde un importo lordo di liquidazione commisurato al Livello Finale dell’indice Sottostante, con conseguente perdita sul capitale investito.